POSITANO PROBLEMI SITA DEGLI STUDENTI DEL TURISTICO INCONTRI DEL SINDACO E DEI GENITORI

0

Si susseguono gli incontri per risolvere la problemata degli studenti di Positano lasciati a piedi al turistico dalla SITA ad Amalfi. Ma problemi con la SITA non si sono riscontrati solo in Costiera amalfitana sono stati sollevati anche in Penisola Sorrentina dove genitori di Positano hanno lamentato la mancanza del bis per Sorrento la mattina e al ritorno il mancato rispetto della precedenza, prevista dalla carta dei servizi della SITA stessa, per gli studenti abbonati a favore dei turisti.   La Preside dell’istituto tecnico per il turistico in compagnia del professor Gaspare Apicella sono stati ricevuti dalla SITA ieri pomeriggio 7 ottobre 2009 a Salerno,  con loro, grazie alla disponibilità della preside, anche Valeria De Rosa, prima firmataria della petizione, e Cristina D’ Aiello. Sul turistico sono piovute contestazioni, pare sopratutto da Agerola e dai Monti Lattari, o anche da qualcuno all’interno, sugli orari e sulla scuola anche di sabato. Contestazioni di una minoranza ed  irrilevanti, secondo i genitori di Positano, seguiti dall’avvocato Michele Cinque , rispetto alla problematica reale dei collegamenti e del servizio che la SITA deve prestare ai pendolari studenti e abbonati. Sulla vicenda si è registrata la disponibilità della scuola, ma anche dei funzionari del territorio della SITA.  Sul tavolo la discussione sugli orari a cui la SITA si deve conformare e l’istituzione del bis, legato alle esigenze degli studenti, per la maggioranza assoluta minorenni. La SITA ha dato la disponibilità a venire incontro ai genitori istituendo il bis, i genitori chiedono certezze e garanzie anche per il futuro.  Oltre all’incontro con i genitori e l’esposto inviato a tutti gli enti, anche da parte del Comune di Positano, come comunicatoci in questi giorni, vi è stata attività nei confronti della Sita e di Unico Campania.

Nell’incontro tenuto presso l’assessorato ai trasporti della Regione Campania venerdì 2 ottobre scorso, nel quale è stato deciso di estendere il servizio Unico Costiera anche al periodo invernale,  il Sindaco di Positano Domenico Marrone ha posto all’attenzione dell’assessore le problematiche connesse al trasporto pubblico sul nostro territorio, in particolare quelle relative alla necessità di:

 

1)      potenziare le corse per gli studenti lungo il percorso Amalfi – Sorrento e viceversa;

2)      aumentare le corse per Sorrento via Meta-Piano di Sorrento.

3)      migliorare il trasporto pubblico urbano del Comune di Positano.

 

Il Sindaco ha ricevuto dall’assessore Cascetta e dall’ing. Sannino responsabile dell’Unico Costiera assicurazioni in merito alla risoluzione delle problematiche esposte.

I problemi purtroppo non sono ancora totalmente risolti. Lunedì, per esempio, gli studenti sono stati lasciati a piedi. Oggi sono tornati a casa prima per contestazioni, pare, riguardo il nuovo orario che poi è stato attuato sulla base delle disposizioni della Gelmini. Si deve cercare, con la collaborazione di tutti, una soluzione definitiva a ciò che si verifica nel periodo intermedio (settembre-ottobre e inizio novembre con marzo-aprile e maggio) quando si accavallano i turisti con i pendolari a danno sopratutto di questi ultimi che perdipiù, spesso, hanno già pagato un abbonamento che si aggira mediamente sui 40 euro. Moltiplicato per centinaia di abbonati sono introiti che Unico Campania, e di conseguenza anche la Sita, riceve in anticipo e in contanti senza fornire, almeno al momento, un servizio adeguato e la certezza del trasporto.

Ecco cosa dice Massimo Capodanno di cui pubblichiamo parte del commento e  la foto dal suo blog Positano My Life “Meno male che sul lunotto posteriore del autobus , Unico si pubblicizza con la scritta ” Un Biglietto per il Paradiso” …che francamente a mio ed esclusivo parere mi pare un poco jettatoria visto che in Paradiso, per quanto mi è stato detto a scuola e a catechismo ci si va solo da morti , sempre se meritevoli. Si provvedesse a portare a casa gli studenti al termine delle lezioni visto che gli abbonamenti per il servizio di trasporto di andata e ritorno sono stati pagati in anticipo e da tempo”