Parco Monti Lattari: si dimette l´assessore Stanzione

0

“In conseguenza delle mutate condizioni politiche venutesi a determinare dopo la competizione elettorale del 12 e 13 giugno scorsi, e che hanno visto l’elezione alla Presidenza della Provincia di Salerno di uno schieramento politico opposto  a chi, nel Febbraio 2007, volle la mia nomina nel Consiglio Direttivo dell’Ente Parco Regionale dei Monti Lattari  in rappresentanza dell’Ente Provincia, ritengo per Coerenza, Rispetto e Dignità Politica, mettere nelle condizioni il  Presidente della Giunta Regionale della Campania  di procedere alla nomina di un nuovo rappresentante dell’Ente Provincia di Salerno”. Sono questi i termini con cui l’assessore al Parco dei Monti Lattari, il socialista Giovanni Stanzione, ha rassegnato le proprie dimissioni da componente della Giunta Esecutiva e del Consiglio Direttivo dell’Ente Parco Regionale dei Monti Lattari, in una missiva indirizzata al presidente Antonio Bassolino e all’assessore all’ambiente Walter Ganapini. Tra l’altro, è giusto ricordare che il presidente Cirielli aveva già designato il nuovo rappresentante dell’Ente Provincia di Salerno, “senza che il sottoscritto venisse messo nelle condizioni di poter rappresentare al nuovo Presidente della stessa Amministrazione il lavoro svolto”, come sottolinea, con una vena di polemica, l’assessore Stanzione nella sua missiva. Che ricorda, inoltre: “Ritengo di aver lavorato con impegno e determinazione pur nelle tante difficoltà di ordine Amministrativo che, purtroppo, hanno caratterizzato questi due anni di lavoro sempre tesi al decollo dell’Ente Parco, anche e soprattutto in sinergia con la Presidente ed i colleghi Consiglieri ed Assessori, ai quali va il mio sentito ringraziamento per il lavoro prodotto e le mie scuse per alcuni momenti di debolezza; ma pur nella distinzione, che alle volte ci ha messo di fronte, vi è sempre stato grande rispetto umano e politico  anche  in considerazione  del grande attaccamento per questo magnifico territorio dei Lattari”. Un ringraziamento Giovanni Stanzione rivolge, nella sua missiva, ai Sindaci e alle Amministrazioni Comunali del Territorio, con i quali, aggiunge l’ex assessore, “ho cercato sin dal mio insediamento di avere un rapporto costante, a prescindere dalle appartenenze politiche”. Un atto “dovuto” per il rappresentante socialista, “nella convinzione”, sottolinea ancora Stanzione, “che in Politica non si può prescindere da scelte non Democratiche e vi è la necessità di compiere valutazioni coraggiose di correttezza Politica e Dignità Umana”.