PD SALERNO, 13 RICORSI DELL´AREA FRANCESCHINI ACCOLTI PER IL CILENTO

0

La commissione regionale per il congresso del Pd, presieduta dal professore Giannola, ha accolto all’unanimità, ieri pomeriggio a Napoli, i tredici ricorsi presentati dall’area Franceschini per le votazioni in altrettanti circoli della provincia di Salerno. Le contestazioni hanno prodotto l’annullamento delle tredici votazioni nei congressi, tutti concentrati nell’area del basso Cilento. Le irregolarità, che erano già state evidenziate la scorsa settimana da un documento dell’area Franceschini prima inviato agli organi di stampa dal coordinamento provinciale della mozione e poi stranamente smentito, avrebbero quindi condizionato il voto a favore della mozione Bersani. L’esito di questo annullamento ha variato di poco il conteggio dei delegati al congresso nazionali eletti, ieri sera a Salerno, dall’assemblea provinciale del Pd.

Infatti la platea era composta da 361 delegati della mozione Bersani (prima dei ricorsi erano 363), 70 della mozione Franceschini (68 prima dei ricorsi) e 9 della mozione Marino. In base a queste proporzioni, sono stati individuati 18 delegati al congresso nazionale a sostegno di Bersani, 4 per Franceschini e nessuno per Marino. Quest’ultimo, ironia della sorte, con la variazione delle quote per l’annullamento dei 13 congressi, perde anche l’unico possibile delegato che invece prima aveva ottenuto

La commissione regionale per il congresso del Pd, presieduta dal professore Giannola, ha accolto all’unanimità, ieri pomeriggio a Napoli, i tredici ricorsi presentati dall’area Franceschini per le votazioni in altrettanti circoli della provincia di Salerno. Le contestazioni hanno prodotto l’annullamento delle tredici votazioni nei congressi, tutti concentrati nell’area del basso Cilento. Le irregolarità, che erano già state evidenziate la scorsa settimana da un documento dell’area Franceschini prima inviato agli organi di stampa dal coordinamento provinciale della mozione e poi stranamente smentito, avrebbero quindi condizionato il voto a favore della mozione Bersani. L’esito di questo annullamento ha variato di poco il conteggio dei delegati al congresso nazionali eletti, ieri sera a Salerno, dall’assemblea provinciale del Pd.

Infatti la platea era composta da 361 delegati della mozione Bersani (prima dei ricorsi erano 363), 70 della mozione Franceschini (68 prima dei ricorsi) e 9 della mozione Marino. In base a queste proporzioni, sono stati individuati 18 delegati al congresso nazionale a sostegno di Bersani, 4 per Franceschini e nessuno per Marino. Quest’ultimo, ironia della sorte, con la variazione delle quote per l’annullamento dei 13 congressi, perde anche l’unico possibile delegato che invece prima aveva ottenuto