Gita per gli anziani di Vico Equense nei luoghi più suggestivi del Lazio.

0

Gli interessati dovranno presentare domanda entro lunedì 5 ottobre

 

 

Dall’11 al 15 ottobre gli anziani di Vico Equense andranno in vacanza. Sarà un viaggio per visitare alcuni dei più suggestivi luoghi sacri del Lazio. La gita si chiama “In giro per i monasteri del Lazio”, ed è stata organizzata da Comune di Vico Equense, Piano sociale di zona e Centro diurno polifunzionale per le persone anziane.

Per potervi partecipare, però, è necessario presentare domanda presso l’ufficio politiche sociali della casa comunale entro lunedì. La gita è aperta a tutti i cittadini residenti a Vico Equense che abbiano un minimo di 57 anni e siano titolari di pensione. Le persone interessate dovranno presentare domanda e allegare ad essa l’attestazione Isee relativa alla situazione economica per l’anno 2008 del nucleo familiare anagrafico di appartenenza, ai fini della definizione della graduatoria, e certificato medico  attestante l’idoneità alla partecipazione alla gita.

“Quest’anno è stato organizzato un itinerario sulla base dei monasteri più interessanti da visitare nella zona Lazio – spiega Raffaele Esposito, assessore alle politiche sociali – ai quali seguirà, di volta in volta, la passeggiata nel centro di ogni città. La prima tappa è a Viterbo”. Gli anziani alloggeranno  presso l’albergo Domus la Quercia di Viterbo, lo stesso che ha ospitato il Papa due settimane fa, visiteranno la città, faranno un’escursione al lago di Bracciano, andranno a Tivoli per visitare villa d’Este e villa Adriana, ad Orvieto dove vedranno il Duomo, a Ventrella, per poi fare l’ultima sosta presso il monastero benedettino di Subiaco. 

 

 

Vico Equense

02/10/2009                                                                             

Ilenia De Rosa

Addetto Stampa Comune di Vico Equense

Ufficio:081/8019220

E-mail: ufficiostampa@cittadivicoequense.it

                                                                    Sito: www.cittadivicoequense.it

 

inserito da A. Cinque