LA BUCA DI BACCO E LA SUA STORIA DEL TURISMO ATTRAVERSO GLI AMICI DI POSITANO

0

La Buca di Bacco e la famiglia Rispoli sono una istituzione per il Turismo di Positano e della Costiera amalfitana. Ieri abbiamo avuto il piacere di gustare l’atmosfera di quello che è un pezzo fondamentale della storia del turismo della Costa d’Amalfi, oltre al piacere di una convivialità straordinaria con commensali eccezionali. Perchè a tavolo ieri sera c’era mezzo secolo di turismo di Positano, famiglie intere che periodicamente, ogni anno, decidono di trascorrere le loro vacanze a Positano e alla Buca di Bacco. Fra di esse una è la storia del cinema in Europa. Peter e Joanna Sterk di Baden in Svizzera, con la figlia Francesca, con loro  un simpatico amico, che  dopo il premio ” Amici di Positano” ricevuto pochi giorni fa dal Sindaco per i loro 40 anni di continua frequenza nella nosta città, ieri sera sono stati festeggiati dai proprietari della Buca Di Bacco con una simpaticissima cena. “E’ da generazioni che abbiamo sale cinematografiche e credo nel cinema, ne abbiamo dieci, due le riservo al cinema d’autore – dice Peter Sterk – la nostra famiglia è stata fra le prime in Europa a mettere sale cinematografiche, subito dopo Lumiere. Quest’anno la nostra vacanza sarà più lunga perchè la gestione la passerò ai figli. Veniamo da tanto tempo, ricordo ancora quando a Positano c’era una piccola sala cinematografica. Noi amiamo Positano, da quando siamo arrivati qua torniamo ogni anno”. Con il signor Sterk ci siamo anche avventurati sul tecnico, il futuro del 3D: “Facevamo film in 3D già venti anni fa, troppo costoso, ora è di moda, ma passerà – spiega Sterk – le persone non amano andare al cinema con gli occhiali per vedere in 3D, lasciarsi distrarre da immagini così è da bambini, il pubblico europeo è più maturo”. Gli Sterk, come immaginavamo, amano molto il cinema italiano. “Apprezzo molto il cinema italiano, aspetto l’ultimo di Tornatore, mentre quello che ho sempre amato è stato Cinema Paradiso – dice Sterk – questo è cinema di qualità ma ha bisogno di essere promosso dai media, che in questo hanno un ruolo molto importante”. Erano presenti anche altri affezionatissimi clienti che scelgono la la Buca di Bacco da oltre 40 anni: la signora Ilona Thiesen (Germania) e la signora Daphne Hewitt (Inghilterra). Nel corso della cena, servita in maniera perfetta, con prodotti doc, come il fagiolo di controne, e le tagliatelle preparate con l’ausilio di Francesca, grazie alle coocking class fatte dalla Buca, il piatto forte è stato “La rosa di spigola” dello Chef Andrea, che ha lasciato tutti i commensali a bocca aperta, si tratta di una composizione artistica preparata con il filetto di spigola modellato come una rosa tea cotta a vapore. Al termine della cena la foto ricordo  e altre immagini di Massimo Capodanno su http://positanomylife.blogspot.com/