SALERNO 90 MILIONI DI EURO DI FRODE CON LE CARNI DA MACELLO A SALA CONSILINA

0

 

Scoperta nel Salernitano una truffa e frode fiscale nel settore delle carni e degli animali vivi con un´evasione fiscale di 90 milioni di euro e la contestazione dei reati di associazione per delinquere, truffa ai danni dello Stato e della Comunità Europea. Le indagini, effettuate dagli uomini della Tenenza delle Fiamme Gialle di Sala Consilina (Salerno) e coordinate dal comando provinciale di Salerno della Guardia di Finanza, si sono concluse con la denuncia di 4 persone ed il coinvolgimento di due società operanti nel settore del commercio all´ingrosso di carni macellate ed animali vivi, con sede nel Vallo di Diano e nel Salernitano. La frode, secondo l´accusa, è stata organizzata e condotta da un gruppo di persone, tutte parenti fra loro, residenti a Scafati, in provincia di Salerno, che, in concorso tra loro e a attraverso due imprese fittizie e completamente in nero, hanno importato ingenti capi di animali vivi da Paesi dell´Unione Europea (Belgio, Austria, Germania etc), che venivano poi rivenduti, vivi o macellati in macelli di fortuna e non igienici, a persone operanti in diverse regioni italiane con enormi rischi per la salute dei consumatori in quanto non sottoposti ai previsti controlli sanitari. Al fine di garantire la pretesa erariale sono stati, inoltre, sequestrati 8 appartamenti per un valore di 4 milioni di euro, risultati nella disponibilità delle quattro persone denunciate.