POSITANO E PRAIANO SERVIZIO SCUOLA BUS INTEGRATE L´ACCOMPAGNAMENTO ALUNNI

0

Sul problema dei bambini di Positano senza il diritto ad essere accompagnati fino in aula interviene il dottor Giuseppe Pezza, dirigente scolastico dell’istituto comprensivo di Positano e Praiano in costiera amalfitana, un importante comunicato sul ruolo degli accompagnatori del servizio scuolabus per le scuole di infanzia e primaria del centro di Positano. Una richiesta di integrare il servizio per accompagnare i bambini fino alla sede della scuola, un problema denunciato più volte l’anno scorso dall’associazione genitori. I bambini, infatti, non hanno un servizio garantito di accompagnamento oltre l’uscita dell’autobus, nonostante le decine – e per alcuni centinaia – di scalini occorrenti prima di arrivare nella propria aula. Un atto di trasparenza e chiarezza apprezzabile e di rilievo per i genitori delle cittadine della costa d’Amalfi.

Il trasporto mediante “Scuolabus”, pur costituendo una preziosa e irrinunciabile risorsa logistica per il servizio scolastico, non ricade nella competenza e nella responsabilità degli operatori scolastici (docenti, collaboratori,ecc), i quali invece rispondono di ogni aspetto inerente la vigilanza e la sicurezza degli alunni dal momento della “consegna” nelle fasi di entrata/uscita dalle scuole.

Ai sensi degli artt. 7), 8) e 9) del Regolamento Comunale di Positano, il compito degli Accompagnatori, obbligatoriamente in servizio sui pulmini, consiste in:

  1. “sorveglianza e cura delle operazioni di salita e di discesa” dal mezzo di trasporto;
  2. “consegna al personale docente o non docente” alla “fermata negli appositi spazi”, per cui “nessuna responsabilità può essere attribuita agli accompagnatori per avvenimenti successivi a queste operazioni”.

Pur auspicando per il prossimo contratto di appalto del servizio una maggiore collaborazione degli accompagnatori, al momento è necessario prendere atto di tali norme e agire di conseguenza, tenendo conto delle particolarità di ogni sede scolastica e dei bisogni di ogni fascia di età degli alunni.

Inoltre, si tenga presente che:

  1. La sede più disagiata e più complessa, nonché rischiosa per la sicurezza dei lavoratori (gli alunni sono equiparati), è quella della sede di Scuola dell’Infanzia e Primaria di Positano centro;
  2. esiste una notevole differenza tra l’entrata e l’uscita, per cui soprattutto la prima è fonte di preoccupazione, mentre all’uscita i docenti sono tenuti ad accompagnare gli alunni fino al cancello della strada;
  3. l’entrata degli alunni non è né uniforme (bambini della stessa scuola e classe), né contemporanea;
  4. una percentuale di alunni è accompagnata dai genitori o si reca autonomamente a scuola, confondendosi con gli altri e rendendo più difficile la possibilità di vigilanza;
  5. eventuali avverse condizioni atmosferiche o di viabilità complicano la situazione;
  6. dal Contratto Nazionale di lavoro del personale della scuola si evince che:

a)      i Docenti “per assicurare l’accoglienza e la vigilanza degli alunni, sono tenuti a trovarsi in classe 5 minuti prima dell’inizio delle lezioni e ad assistere all’uscita degli alunni medesimi”;

b)      i Collaboratori hanno invece “compiti di accoglienza e di sorveglianza” nei periodi antecedenti e successivi alle lezioni;

  1. con i tagli agli organici del personale scolastico, il numero di Collaboratori è stato ridotto di 2 unità, per cui lo scrivente non può assicurare completezza e sicurezza al servizio di accompagnamento.


Per tali ragioni, si richiede con cortese sollecitudine l’integrazione dell’attuale servizio di trasporto con la collaborazione di altro personale in numero sufficiente ad assicurare l’accompagnamento degli alunni fino alle aule, dove saranno accolti e vigilati dai docenti.


Cordiali saluti.   
Il Dirigente Scolastico, Giuseppe Pezza