Maiori, costiera amalfitana, elezioni 2010 Positanonews apre il sondaggio sul futuro sindaco del paese

0

Anche Maiori, il più grande comune della Costiera Amalfitana, con Positano, andrà al voto nel 2010. Positanonews apre un sondaggio sulle elezioni comunali del marzo 2010 per dare voce al popolo della rete su chi vorrebbe come sindaco, con tutti i limiti che un sondaggio online può avere rispetto al panel di lettori, quindi riferito solo ai nostri lettori e senza aver la pretesa di valore assoluto, per aprire una discussione sulla campagna elettorale che riteniamo ormai alle porte.

Si riaccendono i riflettori sulla vita politica della importante cittadina della costa d’Amalfi dunque. Le elezioni sono ormai prossime e in paese circolano le voci sui presunti candidati a sindaco. Positanonews ha cercato di comprenderli tutti, individuati fra i membri della attuale maggioranza e opposizione, persone autorevoli del paese, candidati in altre competizioni e segnalazioni pervenuteci. Il sondaggio web, ripetiamo, non ha nè può avere indicazioni di verità assoluta ed è sicuramente parziale, in quanto riguarda i lettori della testata che lo fanno.

Naturalmente non si escludono alleanze tattiche e candidati  dell’ultim’ora, ma per adesso si è delineato un quadro abbastanza complesso all’interno del quale si muove la rosa degli aspiranti che, per quanto riguarda il sondaggio, aggiorneremo entro la mezzanotte di oggi.

Tra i nomi c’è ovviamente quello di Stefano Della Pietra, Sindaco uscente e personaggio chiave degli ultimi 10 anni di politica maiorese. Aveva annunciato il suo ritiro ufficiale in più occasioni pubbliche durante lo scorso anno, ma negli ultimi tempi sembra essersi ripresentato sulle scene. 

Ci sono i componenti dell’attuale Giunta: Antonio CaponeLucia Mammato, poi il capogruppo di maggioranza Salvatore Della Pace.

Il Vicesindaco Capone, pur sembrando esser defilato, potrebbe voler svolgere un ruolo incisivo in una futura amministrazione.

L’Assessore al Turismo Mammato, è una donna piena di iniziative, da sempre molto attiva sia in politica che con varie attività legate al turismo disseminate sul territorio. E’ considerata un pilastro dell’attuale amministrazione e alle scorse elezioni è risultata la seconda eletta per numero di voti.

Salvatore Della Pace, una storia nella sinistra, è attualmente il capogruppo di maggioranza, da oltre vent’anni incide sulla vita del paese, la sua esperienza di Sindaco ed il suo impegno contro la gestione della politica in costiera amalfitana  è stato apprezzato da molti, uscito dal PD si è poi alleato con Della Pietra, ma mantiene un suo consenso personale di rilievo..

Al gruppo dei Big vanno aggiunti Andrea Savastano, Sindaco negli anni ’90, personaggio stimato da molti, considerato un “vecchio saggio” della politica, ed Enrico Ferrara, imprenditore di successo che si è creato larghi consensi attraverso il suo operato di Presidente del comitato cittadino “Ibi Maiori Magnum Gaudium Est”: voci insistenti lo vorrebbero alleato di Antonio Capone, altro papabile secondo il web, ma non come suo delfino, bensì come primo candidato di lista. Staremo a vedere.

A sorpresa, ricompare il nome di Francesco Amato, medico apprezzato per la sua professione, potrebbe ripresentarsi dopo la sua esperienza che lo ha visto Sindaco per soli 7 mesi nell’intervallo tra il primo e il secondo governo Della Pietra.

Dopo la candidatura per il Consiglio Provinciale Enzo Mammato potrebbe essere uno dei papabili, “self made man” che si è fatto strada come dj, pr e vocalist nelle discoteche di Milano Marittima e Portocervo, che sicuramente gode di appoggio da parte della fascia di giovani dai 18 ai 25 anni – e non solo quelli.

Passando ad altre correnti politiche, troviamo i nomi, indicatici dal web, di Donato Bella, membro del Pd e direttore del periodico Furore e Civitas Valentino Fiorillo, presidente del Movimento Civitas, Antonio Romano, professore alle medie, consigliere  del Gruppo Civitas e Antonio Della Pietra, capogruppo all’opposizione, che dopo i suoi veraci scontri con il primo cittadino è stato sicuramente il principale antagonista di questa maggioranza e ha annunciato che  scenderà in campo come candidato sindaco con l’appoggio del gruppo Civitas.

Ci sono poi i nomi di professionisti affermati come l’ingegnere Antonio Tajani, l’oculista Luigi Colangelo, su cui sembra puntare parte dell’ex AN, e le imprenditrici alberghiere Maria Rosaria Marciano e Giovanna Cimini.

Compaiono anche nomination forse improbabili, come quella di Renzo Rossellini, figlio del più celebre Roberto, ormai di casa a Maiori per le sue collaborazioni con il Premio Rossellini, non molto interessato alle vicende politiiche che però è un nome di rilievo per il mondo della cultura e già provò a far una lista “Maiori nel cuore” le scorse elezioni.

Enrico Califano è un volto noto ai cittadini maioresi. Impiegato presso il locale centro per l’impiego, è stato sempre parte attiva della politica cittadina, sia nella veste di consigliere comunale che in quella di libero “opinionista”.
 
Raffaele Vitagliano è un professionista stimato e affermato, sia come medico che come personaggio politico. Presentatosi già in passato come candidato a sindaco di Maiori, potrebbe tentare di nuovo l’ascesa alla casa comunale.  Medico, agopuntore, attivista, ha cercato più volte di guidare il paese, impegnato in varie attività fra le quali il gruppo Minori e Maiori salutare su Facebook ed è uscito fuori dai social network.

Infine un nome giovane, quello di Chiara Furco, nota per essere una giovane imprenditrice e una componente della neonata Pro Loco Maiori.

Alfonso Scognamiglio,  45 anni, di Napoli ma viene spesso a Maiori, perchè ama la Costiera Amalfitana.
Ultimamente sto pensando di interessarmi di politica, vista la scadenza elettorale vicina. Con un gruppo di amici sto lavorando per costruire una lista

Gabriele Genuino, presidente del comitato spiagge libere a Maiori, regista, impegnato nel sociale, giovane preparato ed indipendente

Giuseppe Liuccio professore, poeta scrittore, uomo di cultura che abbraccia il Cilento e la Costiera amalfitana e oltre , ma anche delle istituzioni, commissario dell’azienda di soggiorno e turismo e assessore sia a Maiori che Amalfi,  che un gruppo di lettori ha indicato come candidato

Alessandro Mennella giovane ” fascista del terzo millennio”, come si definisce,  appartenete a
CasaPound Italia, è uno dei responsabili del gruppo Costiera Futurista artefice
di numerose proteste “sceniche”, come quella dei fantocci (mummie) posizionati
davanti alla casa comunale qualche tempo fa per manifestare contro la gestione
del turismo a Maiori..
Davide Marciano giovane studente e internauta, corrispondente del quotidiano Il Salernitano.

Dispiace non poter annoverare tra i candidati Peppino di Lieto, il poeta “stonato”, recentemente scomparso, che poche settimane fa aveva affisso un manifesto con la sua immagine che parafrasava il celebre manifesto politico americano in cui lo Zio Sam puntava il dito ai giovani aspiranti soldati recitando: “I want you!”.

Ebbene, quella di Peppino era forse una provocazione, una voce fuori dal coro per incitare i giovani di Maiori a cambiare il sistema feudale che riteneva persistesse a Maiori… come in tutta la costiera amalfitana… ci mancherà la sua voce e la sua poesia.

Ma ora lasciamo la scelta al popolo del web con questo sondaggio che va preso per quello che è, con tutti i suoi limiti, legati anche ad internet e limitato ai nostri lettori. Quindi, come tutti sanno, nessun valore, se non quello relativo ad una limitata fascia dei nostri lettori, può essere dato alla cosa. Il tentativo è quello di poter dare uno strumento di scelta libero a chi vuole dietro gli schermi di internet, come fanno tutti i giornali del mondo. Il nostro scopo è quello di far aprire una riflessione politica concreta, perchè la politica non è astratta è fatta di uomini…

Il totocandidati è aperto… al pubblico l’ardua sentenza.

Per i profili di candidati non messi, al massimo tre righe, dimenticanze, imprecisioni o rettifiche in questo pezzo inviate una mail a direttore@positanonews.it

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di Valentino Fiorillo, apportando contemporaneamente nel testo pervenutoci in redazione le opportune modifiche 

Comunico che: io non sono direttore di Civitas ma presidente dell’omonima associazione politica; direttore ne è ancora Donato Bella, che lei invece definisce “ex”; Antonio Romano è afferente al gruppo consiliare Civitas e non consigliere indipendente; in quanto all’indecisione del Romano preciso che lo stesso, con Donato Bella, il sottoscritto e i tanti altri iscritti e simpatizzanti della nostra associazione, saremo compatti e determinati nell’appoggio alla candidatura a Sindaco di Antonio Della Pietra nella scia dell’incisivo lavoro di opposizione e di programmazione che ci ha visti protagonisti in questi 5 anni.

Valentino Fiorillo

 

La redazione precisa che le scelte dei nomi sono venuti dal web ed è un sondaggio di un giornale online che va preso come tale, cioè assolutamente parziale. Parziale perchè i lettori e solo i lettori di Positanonews possono votare, quindi solo una fascia limitata e relativa di maioresi. In ogni caso se riscontriamo anomalie o forzature del sistema di voto del sondaggio, rispetto al quale abbiamo cercato di limitare l’accesso a robot e altri software che in genere cercano di attaccare i sondaggi, agiremo legalmente. Si può votare solo una volta al giorno da un computer. Questo significa che una persona può votare nell’arco delle due settimane del sondaggio anche 14 volte lo stesso candidato o piu candidati. Ci sono tanti candidati perchè tante sono state le proposte, abbiamo intenzione di togliere gli ultimi, ultimi non in senso assoluto, ma solo per il nostro sondaggio per il quale gli stessi ultimi potrebbero non avere alcun interesse e quindi essere ultimi può essere anche un semplice disinteresse al sondaggio stesso e al proposito noi non faremo alcuna valutazione di alcun tipo.

 

Lascia una risposta