CILENTO DIPENDENTI DELLA COMUNITA MONTANA ALBURNI SENZA STIPENDIO E´ OCCUPAZIONE

0

Anche nel Cilento è protesta per il mancato stipendio alle Comunita Montane. Un gruppo di 30 persone, tra operai e tecnici dell’Orto Botanico di Bellosguardo, ha occupato ieri mattina l’ufficio di presidenza della Comunitá montana “Alburni”. I lavoratori lamentano giá da tempo il mancato pagamento di alcune mensilità. E chiedono rassicurazioni sul proprio futuro occupazionale. Ad affiancare nella protesta gli operai e i tecnici dell’Orto Botanico è il sindaco di Sicignano, Alfonso Amato, che ha manifestato, con la sua presenza, la solidarietá a quanti stanno attraversando un grave periodo di difficoltá. E’ una situazione carica di tensione quella che si sta vivendo in queste ore. Dopo lo stato di agitazione dichiarato dagli operai dell’Orto Botanico nei giorni scorsi, è scatta l’occupazione degli uffici dell’ente montano per far valere i propri diritti. I rappresentanti dei lavoratori chiedono la convocazione di un tavolo tecnico con il coinvolgimento dei sindacati e di tutti gli enti coinvolti, dalla Provincia alla Regione, fino al Parco del Cilento e Vallo di Diano, nel cui territorio ricade l’Orto Botanico. L’obiettivo è far ripartire il progetto, avviato nel settembre 2005 e interrotto lo scorso gennaio. Rispetto al problema del mancato pagamento di alcune mensilitá, giá ieri mattina si è registrato l’intervento dei legali dei sindacati di Cgil, Cisl e Uil, che giá dalle prossime ore avvieranno l’iter di messa in mora della Comunitá montana, attraverso cui vengono erogati i fondi stanziati da Provincia e Regione per il progetto dell’Orto. L’ente sta attraversando una fase amministrativa delicata: non è stato ancora approvato il bilancio, nonostante il sollecito del Prefetto.

Lascia una risposta