VICO EQUENSE A DIECI GIORNI DALL´INIZIO DELLA SCUOLA FAMIGLIE IGNARE DEL LORO DESTINO

0

 

Sulla vicenda scuola a Vico Equense, caso unico in Campania, e non solo per l’area di Sorrento e della Penisola Sorrentina, di incertezza non solo degli insegnanti ma anche delle aule dove andare,  interviene il PD. Mancano meno di dieci giorni all’apertura dell’anno scolastico e ancora non si sa se gli studenti avranno un’aula in cui svolgere le lezioni. “Malgrado la sentenza del Tar, – si legge in un volantino del circolo del Partito democratico – in cui si ritiene che l’amministrazione comunale non è competente in materia di dimensionamento scolastico, il Sindaco persegue nel suo “rovinoso” progetto di chiudere i plessi di Ticciano e Montechiaro, di spostare la scuola elementare da Fornacelle e la succursale della scuola media “A. Scarlatti” da Arola. Ignorando i diritti dei più deboli, sottopone a notevole disagi i bambini e gli adolescenti per realizzare i project financing le alienazioni, approvati dalla maggioranza che lo sostiene nella previsione di bilancio per il triennio 2008/2011. Forse – continuano i democratici – per questi obiettivi il Sindaco non si ferma nemmeno di fronte al parere negativo di un tribunale amministrativo che tutela i diritti dei cittadini? Ma Gennaro Cinque non disse in campagna elettorale di voler essere il “Sindaco della gente”?”