Torrecuso (Benevento): Domani cala il sipario sulla XXXV edizione di VinEstate

0

Ha esordito con una buona presenza di visitatori la XXXV edizione di VinEstate, appuntamento enogastronomico proposto, dalle ore 18 alle 24, nel centro storico di Torrecuso, affascinante borgo del Sannio Beneventano, la cui notorietà è legata a filo doppio con la produzione di vini di qualità.
La rassegna, che chiude i battenti domani sera, infatti, ha richiamato un folto gruppo di gastronauti (ma anche di curiosi) che, dopo aver deliziato il palato con le prelibatezze della tradizione sannita, ha fatto capolino fra gli stand espositivi per assaggiare vini Aglianico e Falanghina delle aziende agricole: Cantina del Taburno, Cantine Iannella Antonio, Cantine Tora, Caputalbus, Caudium Vini, Cav. Mennato Falluto, Fattoria La Rivolta, Fontanavecchia, I Colli del Sannio, Il Poggio, “La Dormiente” di Ariano Agnese, Masseria Frattasi, Nifo Sarrapochiello, Ocone – Agricola Del Monte, Ocone Giovanni, Taburni Domus, Terre d’Aglianico, Terre Longobarde, Torre a Oriente, Torre dei Chiusi e Torre del Pagus. Diversi gli appuntamenti per la giornata di domani. Si partirà con il Mercato del Taburno, previsto dalle ore 9 alle 13, e teso a puntare i fari non solo sul vino, ma anche sulla cultura materiale delle comunità del Taburno.
  Alle ore 10,30 toccherà al convegno “Vino e modelli di consumo responsabili e consapevoli: vietato vietare”; all’incontro, coordinato da Federica De Vizia, parteciperanno: Luciano Pignataro, Giuseppe Marotta, Alberto Bertelli, Giovanni Cutillo, Nicola Formichella, Francesco Massaro, Gennaro Masiello e Ettore Varricchio.
  
  Alle ore 19, inoltre, presso l’ex casa comunale di Torrecuso, ci sarà il terzo Laboratorio Sensoriale dal titolo Rosso&rossa e presentato in collaborazione con Slow Food Taburno e l’Agriturismo il Tasso del Taburno di Cautano (Bn). Erasmo Timoteo, Fiduciario della Condotta Taburno di Slow Food, effettuerà un singolare percorso attraverso le qualità del rosso dell’Aglianico del Taburno e la carne rossa Marchigiana.
    In degustazione i vini delle aziende agricole: Ocone Giovanni, La Rivolta, Terre longobarde, Taburni Domus, Caputalbus, Cantina del Taburno e Cantine Iannella.
 
   Ma VinEstate non è solo enogastronomia, ma anche beneficenza. Una Fiat Nuova 500 è il primo premio di una lotteria promossa dal gruppo missionario torrecusano, guidato dal presidente Saverio Rillo, con la collaborazione del parroco don Antonio Fragnito e delle Suore Apostole del Sacro Cuore di Torrecuso, i cui proventi saranno destinati a Burkina Faso.
  Maggiori informazioni su VinEstate 2009 si possono acquisire visitando il sito internet www.comune.torrecuso.bn.it, oppure telefonando allo 0824 889719.
 
Sandro Tacinelli
ufficio stampa: VinEstate 2009
mob. 3392073143 –
sandrotacinelli@tin.it