DARIO FO A POSITANONEWS, COME SALVARE L´ITALIA? CON LE FRECCE AZZURRE!

0

Dario Fo in piazzetta a Scala in costiera amalfitana ospite del giovane e attivissimo sindaco Luigi Mansi. Un grande nobel nella città più antica della Costiera amalfitana che questa sera potrà apprezzare il grande scrittore e attore mentre si esibirà in un monologo unico con nuove esternazioni, dopo quelle recenti circa i tagli al Fondo Unico per lo Spettacolo e che il maestro non ha esitato a bollare come “censura volontaria e violenta”, mentre ha espresso di recente un apprezzamento per il grande senso civile di Fernanda Pivano, che tanto amava la costiera amalfitana, festeggiando gli ottanta anni a Positano. Ma cosa ne pensa Fo della Costiera amalfitana? “E’ un posto meraviglioso, da preservare”. E si gira disapprovando un pò i  rumori delle auto che circolano in piazza. Dario Fo si gode la passeggiata in piazza e la frescura della Città della castagna. “Questo è un paese molto bello ed interessante – dice Fo – sono stato altre volte in costa d’ Amalfi e a Sorrento ma non qua. Apprezzo quello che si fa”. Non è la prima volta che la redazione di Positanonews incontra Dario Fo, già è avvenuto a Sorrento poi a Milano, ma è sempre lo stesso dissacrante. Non volevamo turbarlo più di tanto, oltre alla gentilezza di prendersi il Positanonews cartaceo. Ci premeva una domanda: “Non le chiediamo come sta l’Italia perchè riteniamo che la risposta sia scontata, ma come può uscire il nostro Paese da questa situazione?”. “Non leggi i giornali? Con le frecce azzurre…” Sempre a Scala si trovava in piazzetta il manager di Lucio Dalla che dopo Ravello, Minori e Capri potrebbe andare a Scala e Positano. Noi lo ricordiamo sempre a Massa Lubrense vicino Sorrento al baretto del porto. “Lucio ora è a Castiglion del Lago, ma ama tutta la costiera amalfitana e penisola sorrentina sta qui da un mese con la barca – confida il manager – ieri è andato addirittura con il ciclomotore fino a Vico Equense sulla spiaggia di Seiano”. Lasciamo Fo promettendogli di metterlo in rete e di mandare il link a Travaglio, del quale abbiamo seguito a Milano lo spettacolo con lui, e a Beppe Grillo, immancabile un sorriso all’amico Grillo per lui, ha detto, è disposto a tornare ad occuparsi di politica, dopo la delusione della candidatura a sindaco di Milano, ma prima vuole capire cosa vuole combinare il comico genovese… e ci sarà davverdo da divertirsi… anche se, pensando alla politica, ci viene in mente il Troisi del “Non ci resta che piangere”

direttore@positanonews.it

Nella foto Dario Fo mentre  legge Positanonews il cartaceo in distribuzione in tutta la costa d’ Amalfi e Sorrento

Dario Fo in piazzetta a Scala in costiera amalfitana ospite del giovane e attivissimo sindaco Luigi Mansi. Un grande nobel nella città più antica della Costiera amalfitana che questa sera potrà apprezzare il grande scrittore e attore mentre si esibirà in un monologo unico con nuove esternazioni, dopo quelle recenti circa i tagli al Fondo Unico per lo Spettacolo e che il maestro non ha esitato a bollare come “censura volontaria e violenta”, mentre ha espresso di recente un apprezzamento per il grande senso civile di Fernanda Pivano, che tanto amava la costiera amalfitana, festeggiando gli ottanta anni a Positano. Ma cosa ne pensa Fo della Costiera amalfitana? "E' un posto meraviglioso, da preservare". E si gira disapprovando un pò i  rumori delle auto che circolano in piazza. Dario Fo si gode la passeggiata in piazza e la frescura della Città della castagna. "Questo è un paese molto bello ed interessante – dice Fo – sono stato altre volte in costa d' Amalfi e a Sorrento ma non qua. Apprezzo quello che si fa". Non è la prima volta che la redazione di Positanonews incontra Dario Fo, già è avvenuto a Sorrento poi a Milano, ma è sempre lo stesso dissacrante. Non volevamo turbarlo più di tanto, oltre alla gentilezza di prendersi il Positanonews cartaceo. Ci premeva una domanda: "Non le chiediamo come sta l'Italia perchè riteniamo che la risposta sia scontata, ma come può uscire il nostro Paese da questa situazione?". "Non leggi i giornali? Con le frecce azzurre…" Sempre a Scala si trovava in piazzetta il manager di Lucio Dalla che dopo Ravello, Minori e Capri potrebbe andare a Scala e Positano. Noi lo ricordiamo sempre a Massa Lubrense vicino Sorrento al baretto del porto. "Lucio ora è a Castiglion del Lago, ma ama tutta la costiera amalfitana e penisola sorrentina sta qui da un mese con la barca – confida il manager – ieri è andato addirittura con il ciclomotore fino a Vico Equense sulla spiaggia di Seiano". Lasciamo Fo promettendogli di metterlo in rete e di mandare il link a Travaglio, del quale abbiamo seguito a Milano lo spettacolo con lui, e a Beppe Grillo, immancabile un sorriso all'amico Grillo per lui, ha detto, è disposto a tornare ad occuparsi di politica, dopo la delusione della candidatura a sindaco di Milano, ma prima vuole capire cosa vuole combinare il comico genovese… e ci sarà davverdo da divertirsi… anche se, pensando alla politica, ci viene in mente il Troisi del "Non ci resta che piangere"

direttore@positanonews.it

Nella foto Dario Fo mentre  legge Positanonews il cartaceo in distribuzione in tutta la costa d' Amalfi e Sorrento

Lascia una risposta