Fiorentina in Champions: con lo Sporting finisce 1-1

0

FIRENZE, 26 agosto –  Il gol che Stevan Jovetic ha segnato al 9′ del secondo tempo rimontando quello di Moutinho vale una fortuna in prestigio e denaro (7,1 milioni di euro solo come premio Uefa) e permette alla Fiorentina pareggiando 1-1 di centrare, nel giorno del suo 83/o compleanno, un traguardo storico: l’accesso per due anni di seguito in Champions League. Anche stavolta come l’estate scorsa i viola sono riusciti a superare i playoff non senza patimento, ma alla fine col risultato più atteso: l’anno passato a farne le spese fu lo Slavia Praga, stavolta lo Sporting Lisbona. È stata una serata da cuori forti, tra gli spettatori avvistati anche il cantante Sting e il neo viola De Silvestri.

GUARDA TUTTE LE FOTO
URNE CHAMPIONS LEAGUE, ECCO LA SITUAZIONE

PRIMO TEMPO TESISSIMO – Il 2-2 dell’andata aveva dato alla squadra di Prandelli un lieve vantaggio, ma i portoghesi pur presentatisi in emergenza (quattro assenze) hanno fatto soffrire gli avversari specie nel primo tempo, quando Frey e compagni sono andati letteralmente in bambola, colpiti e affondati dalla lucidità di Miguel Veloso e dalle folate dei mobilissimi e dotati Liedson e Yannik Djalò che hanno finito per smascherare definitivamente i limiti della difesa viola nonchè, al di là di un lucido Montolivo, l’attuale incapacità del centrocampo di chiudere e riproporsi. Eppure Prandelli aveva ritrovato Zanetti, ma alla fine l’ex juventino si rivelerà il peggiore dei suoi. In sofferenza pure Mutu e Gilardino pochissimo serviti e chiusi bene dai difensori portoghesi.
Risultato: zero tiri in porta nei primi 45′ da parte della squadra viola che ha giocato col lutto al braccio per il grave dolore che ha colpito ieri la famiglia Della Valle, e di contro il gol dello Sporting arrivato al 35′ su punizione di Moutinho concessa al termine però di un’azione viziata da un tocco di mano di Liedson. Una punizione forte su cui ha avuto comunque qualche responsabilità Frey. Il vantaggio dei portoghesi non è nato per caso, anzi era stato preceduto da almeno un paio di affondi da brivido.

LA TRASFORMAZIONE E JOVETIC SHOW – Coperta dai fischi alla fine del primo tempo la Fiorentina evidentemente catechizzata dal proprio allenatore è riemersa dagli spogliatoi trasformata e non solo negli 11 titolari: fuori Gobbi per Jovetic con Vargas arretrato in difesa. Scelta che si è rivelata azzeccata: dopo un provvidenziale salvataggio di Gamberini su Djalò, al 9′ il giovane montenegrino ha pareggiato i conti e restituito la Champions alla propria squadra con un gran gol, controllo di sinistro e tiro di destro. Per lui prima rete viola in Europa. Poco dopo Prandelli ha tolto Mutu per Jorgensen, Paulo Bento ha inserito un’altra punta, Saleiro, ma protagonista è diventato l’arbitro, l’inglese Melton Webb, che ha ignorato le proteste dei viola su un paio di falli in area, al 14′ Pedro Silva su Marchionni ma soprattutto (il più netto) al 23′ Polga su Jovetic, ammonito per proteste. Finale al cardiopalma: Gilardino vicino al raddoppio, Liedson che ha fatto riscattare Frey. Poi il boato liberatorio dei viola e del loro pubblico.

TABELLINO FIORENTINA-SPORTING
Fiorentina (4-2-3-1): Frey, Comotto, Gamberini, Dainelli, Gobbi (1′ st Jovetic), Zanetti (36′ st Donadel), Montolivo, Marchionni, Mutu (27′ st Jorgensen), Vargas, Gilardino. (35 Avramov, 2 Kroldrup, 23 Pasqual, 24 Santana). All.: Prandelli.
Sporting (4-3-1-2): Rui Patricio, Pedro Silva (36′ st Tonel), Carrico, Polga, Marques, Moutinho, Miguel Veloso, Pereirinha, Matias Fernandez (17′ st Saleiro), Liedson, Yannick Djalò. (16 Tiago, 78 Abel, 8 Rochemback, 12 Caneira, 6 Adrien Silva). All.: Bento.
Arbitro: Melton Webb (Ing).
Reti: nel pt 35′ Moutinho; nel st 9′ Jovetic. Angoli: 2-0 per la Fiorentina. Ammoniti: Comotto, Pedro Silva, Marques, Zanetti per gioco falloso, Jovetic e Caneira (in panchina) per proteste. Recupero: 2′ e 3′. Spettatori: 30.821, incasso 405.027 euro.

I RISULTATI DI TUTTE LE ALTRE – Ecco tutti i risultati delle altre squadre che prendevano parte ai preliminari di Champions League. In neretto le squadre qualificate:

                                                                           A            R
Celtic Glasgow- Arsenal                             0-2        1-3
Copenhagen – Apoel Nicosia                    1-0         1-3
Timisoara – Stoccarda                                0-2        0-0
Sheriff Tiraspol – Olympiakos Pireo         0-2        0-1
Sporting lisbona – Fiorentina                     2-2        1-1 
Levski Sofia – Debrecen                              1-2        0-2
Lione – Anderlecht                                         5-1         3-1
Panathinaikos-Atletico Madrid                  2-3         0-2
Salisburgo – Maccabi Haifa                         1-2         0-3
Ventspils – Zurigo                                          0-3         1-2

                             inserito da michele de lucia