VICO EQUENSE LETTERA A POSITANONEWS DI DI MARTINO CAPOGRUPPO DI MAGGIORANZA SULL´ADSL

0

 

entile direttore:
la raggiungo per esprimere la mia più profonda
delusione per l’articolo, o meglio la opinione di un cittadino
pubblicata on line a nome ing. Massa ad oggetto telecomunicazione sul
territorio di vico equense. ad un articolato fortemente offensivo e
calunnioso a mezzo stampa, viene poi aggiunto un corsivo dilettantesco
e gratuitamente ancor più calunnioso di un fantomatico redattore che
senza mi nimamente chiedere o informarsi alla controparte da per verità
colata una opinione di un signore cittadino e non sente la benchè min
ima esigenza di un approccio minimamamente professionale di approccio
ad una opinione diversa o di informazione. una gravissima mancanza che
colora tutto di lotta politica e calunnia a mezzo stampa. il
sottoscritto ha prodotto una risposta per il passato su vico on line
che è stata pubblicata ma non trovo sul positano news e insieme ad una
risposta completa sull’argomento che sto elaborando desidero fortemente
che venga pubblicato anche sul vostro sito con la stessa evidenza della
opinione del cittadino massa. inoltre dignità di operatore vorrebbe che
il corsivista poco oprofessionale facessa ammenda di un scivolone che
mette la credibilità del foglio sotto i piedi ed espone ad severe
reprimende il magazine normalmente ben diretto dal direttore Cinque.
antonio di martino capogruppo maggioranza comune vico equense.

 

Gentile direttore,

La raggiungo per esprimere la mia più profonda delusione per l’articolo, o meglio la opinione di un cittadino pubblicata on line a nome ing. Massa ad oggetto telecomunicazione sul territorio di Vico Equense. Ad un articolato fortemente offensivo e calunnioso a mezzo stampa, viene poi aggiunto un corsivo dilettantesco e gratuitamente ancor più calunnioso di un fantomatico redattore che, senza minimamente chiedere o informarsi alla controparte, dà per verità colata una opinione di un signore cittadino e non sente la benchè minima esigenza di un approccio minimamente professionale ad una opinione diversa o di informazione. Una gravissima mancanza che colora tutto di lotta politica e calunnia a mezzo stampa. Il sottoscritto ha prodotto una risposta per il passato su vico on line che è stata pubblicata, ma non trovo sul positanonews e – insieme ad una risposta completa sull’argomento che sto elaborando – desidero fortemente che venga pubblicato anche sul vostro sito con la stessa evidenza della opinione del cittadino Massa. Inoltre dignità di operatore vorrebbe che il corsivista poco professionale facesse ammenda di uno scivolone che mette la credibilità del foglio sotto i piedi ed espone a severe reprimende il magazine normalmente ben diretto dal direttore Cinque.

 

Antonio Di Martino – capogruppo maggioranza comune Vico Equense.

 

 

Risposta del direttore

Intanto ringrazio sentitamente Antonio Di Martino per il suo intervento. Mia moglie è di Moiano ed ho il piacere, perchè di piacere si tratta, di passare le mie domeniche con la sua famiglia sui Monti Lattari di Vico Equense. Se i miei toni sono stati forti o sbagliati mi scuso con i lettori, con la maggioranza e con i vicani. Per me è una sofferenza questa situazione. Lavoro con internet con positanonews, che non solo è il più letto della penisola sorrentina e costiera amalfitana ma è fra i più visti della Campania e fra i più letti da fuori, dall’estero e dall’Italia. Senza linea dei cellulari e senza adsl per me è terribile e devo ringraziare i vicani, Web Sud a piazza Scanno e l’albergo Faito sul Faito oltre al bar Belvedere che mi fanno collegare. Faito è uno dei punti con più alta percentuale di antenne e possibile inquinamento elettromagnetico d’Italia, eppure i residenti non hanno nè linea dei cellulari nè Adsl. Per quanto le cose non siano collegate questa per me è una grande contraddizione. Può capire che non ne faccio una colpa a nessuno, ma a tutti. In questo sbaglio probabilmente, ma se fossi amministratore di Vico denuncerei la Telecom o farei una denuncia verso ignoti. In Italia non esiste altra zona dove ben 5.000 cristiani sono tagliati fuori dal mondo civile. Cinquemila, non uno o due. Il problema non è solo di chi è di Vico Equense ma di chi ama questo paese, il fatto che lei risponda significa che ci tiene al paese e se possibile sono disposto a fare qualsiasi cosa affinchè a Moiano arrivi l’Adsl. Ne approfitto per ringraziare tutti i vicani che mi vogliono bene e seguono numerosi positanonews. Se c’è stata rabbia da parte mia è solo per amore di queste terre meravigliose che meritano di più. 

Michele Cinque