Sequestri a Ravello antenne e abusi la polizia municipale in attività a tutto campo

0

Ravello costiera amalfitana Qualche mese fa Positanonews aveva posto l’attenzione sulla strada Zia Marta, in zona Civita a Ravello, sullo stato di degrado e abbandono in cui purtroppo ancora versa. La zona è infatti meta preferita dalle coppiette, per appartarsi e lasciare materiale di ogni genere, diventando così una vera e propria discarica abusiva,c ome testimoniato dalle foto pubblicate dalla nostra testata on line.Che ill senso civico non sembra far parte del nostro DNA è evidente e per il nostro territorio dalle immense risorse è un grave danno. Denunciare e testimoniare non serve a molto ma l’indifferenza è un serio rischio e fa anche più rumore. Quindi, la notizia pubblicata da “Il Vescovado” del sequestro di un’antenna installata irregolarmente a servizio delle utenze di telefonia mobile per conto di un noto gestore nazionale e di opere abusive non può che essere apprezzata e riportata. Testimonia infatti l’attivismo del corpo municipale e del suo comandante Francesco Sodano. Prima dell’inizio dell’estate, infatti, in un periodo di maggiore calma il responsabile della polizia municipale ha concentrato la sua attenzione sulla Via Zia Marta, da cui peraltro si gode una vista incantevole sulla costa d’ Amalfi , che contrasta con lo stato d’incuria accennato. L’impegno di chi vigila però, non è sufficiente se si scontra col malcostume dei cittadini e l’assenza di una cultura attenta all’ambiente e alla sua salvaguardia. La polizia municipale inoltre deve far fronte a diverse esigenze e si trova gravata da diverse incombenze. Speriamo che l’attenzione su queste problematiche non cali comunque. Valeria Civale

Lascia una risposta