Costiera amalfitana. Che senso ha attirare turisti se non si garantisce il mare pulito e la viabilità?

0

In Italia, si sa, parla chiunque; d’estate, poi, parlano tutti, pertanto, parliamo anche noi.

Recentemente il sindaco di Amalfi, Dott. Antonio De Luca, si sarebbe scagliato contro tutte le manifestazioni finanziate a comuni che non hanno i depuratori: “Che senso ha finanziare manifestazioni per attirare turisti se non si pensa al mare? Perché finanziare spettacoli e non i depuratori?”.

Se l’intendimento di tutelare e preservare il mare è encomiabile, altrettanto, invece, rischia di non apparire la metodologia per conseguirlo, laddove, invero, il minacciare “Non riceverai finanziamenti per gli spettacoli se non hai il depuratore”, suona alquanto di estorsivo.

Probabilmente, il tono è esacerbato per alimentare l’effetto “grancassa” sui media ed, indi, speriamo, che la “provocazione propositiva” non venga strumentalizzata e, nella ridda e nel cicaleggio estivo, si tramuti nella solita e sterile polemica da “ombrellone”.

Ad ogni modo, i turisti ed i “bagnanti”, prima di arrivare al mare “pulito”, devono anche percorrere le strade della Costiera, pertanto, oltre a realizzare e far funzionare i depuratori, più prosaicamente, vediamo, altresì, di rimuovere anche le auto in sosta selvaggia che, dal bivio di Positano si inerpicano fino all’abitato di Vettica di Amalfi, intralciando quotidianamente il traffico.

Avv. Matteo Merolla

Presidente Associazione “L’Aliante” di Furore (Sa)