Il Bed an breakfast d´autore

0

In tutto il Bel Paese negli ultimi anni sono aumentate le piccole attività classificate come b&b, casa vacanze, affittacamere definite attività extra-alberghiere, che arricchiscono l’offerta turistica ma senza fare concorrenza agli alberghi. Si rivolgono, infatti, ad un tipo di clientela eterogenea, che apprezza l’atmosfera familiare, che ti fa sentire a casa anche a mille miglia lontano dal proprio ambiente. Le famiglie che scelgono di intraprendere questa attività nel contempo integrano il proprio reddito con un lavoro vero e proprio da gestire comunque in piena autonomia e anche molto gratificante non solo dal punto di vista economico. Le soddisfazioni sono infatti garantite, se ci si dedica come per tutte le attività con passione e l’ospite diviene “l’oggetto” delle nostre coccole offrendogli magari anche l’opportunità di svolgere attività sportive, come spesso avviene nel caso degli agriturismi. Molti personaggi del mondo delle spettacolo e della poltica scelgono di condividere la loro abitazione o parte di essa con i turisti. Anche Pietro Folena ha aperto la sua casa. L’ex coordinatore dei Ds è comunque in ottima compagnia. E anche se costui sostiene che “di b&b non si vive ” la formula funziona. In Italia i b&b sono circa 20 mila sparsi in tutto il territorio. E la tentazione dell’ospitalità contagia i volti noti. Del resto Carlo D’Inghilterra affitta i cottage di famiglia. Folena lo consiglia comunque a coloro che vogliano conoscere gente nuova e integrare il proprio reddito. E in tempi di crisi economica non è poco. L’attività, sottolinea l’uomo politico, è stata iniziata dalla moglie che ha dovuto abbandonare per un po’ il lavoro d’avvocato. E infatti spesso sono le donne a prendere l’iniziativa e gestire le attività extra-alberghiere conciliando gli impegni familiari. In genere si comincia per caso e ci si scopre albergatori, come è successo a Vittorio Della Rosa Prati ex dirigente industriale, che ha trasformato il gioiello di famiglia in una casa per vacanze. Un’altra coppia che ha scelto di reinventarsi è stata Ghezzi-De Andrè che trasformarono la loro tenuta sarda in agriturismo già nel 1976. Valeria Civale