NAPOLI: SUICIDA LA CONSOLE DI GERMANIA, LASCIA UN BIGLIETTO DI SCUSE

0

                                           

NAPOLI – La console di Germania a Napoli, Angelika Völkel, secondo quanto si apprende dalla polizia, si è suicidata lanciandosi dal secondo piano dell’abitazione di via Petrarca, 203. La donna, 61 anni, è finita sulle rampe del garage sottostante. Il portiere dello stabile ha scoperto il cadavere alle 5,30. La polizia, intervenuta sul posto, sta valutando il contenuto di un biglietto che sarebbe stato trovato accanto al corpo della donna. La Völkel non era sposata, la sua famiglia (un fratello) vive in Germania.

GENEROSA – Sotto choc i dodici collaboratori del consolato. «Angelika era una persona buona e generosa, che amava Napoli e l’Italia», dicono tra le lacrime. «Era molto contenta del rinnovo del suo contratto, per un altro anno fino alla pensione, perché voleva stare qui a Napoli». Una persona attenta sempre ai rapporti con le comunità locali, tanto da visitare, in modo incessante, scuole, istituti e tenere seminari e incontri. «Una donna, inoltre, molto elegante – aggiunge una persona che la conosceva bene -. Mi chiedeva sempre: questo è adatto all’eleganza italiana?».

DA TRE ANNI – La Völkel era console a Napoli dal 2006. Dal 1978 al 2005 ha partecipato a missioni presso le rappresentanze diplomatiche tedesche a Belgrado, Vienna, Kuala Lampur, Niamey (Niger) e Dakar. La sede consolare a Napoli con i suoi 12 collaboratori è competente sul territorio dell’Italia meridionale, dal Molise a tutta la Sicilia

corrieredelmezzogiorno.ir

 inserito da michele De Lucia