Innovazione e oscuramento in Regione Campania

0

 Mentre il governo britannico ha invitato i propri dipendenti ad usare Twitter più spesso per facilitare il lavoro, la Regione Campania ha oscurato Facebook e questa sembra essere la tendenza in Italia per combattere i fannulloni brunettiani che si annidano nella pubblica amministrazione: e giù ad oscurare Messanger, My space, You Tube (questi net work in Regione Campania non sono stati ancora oscurati, ma ci si può giurare che si seguirà il trend). Ma nessuno ha spiegato a questi solerti censori propugnatori della produttività da scrivania che il nostro cervello funzionerebbe pure meglio quando può aprire ed attivare più finestre (windows), ovvero eseguire più operazioni contemporaneamente, cosa che il nostro cervello fa più o meno da una quindicina di milioni di anni? Oggi si chiama lavorare in multitasking (multiprocessualità) i nostri figli e tutti gli adolescenti del mondo lo fanno da quando sono nati: i famosi nati digitali. Il multitasking in informatica permette di eseguire più programmi contemporaneamente: se ad esempio viene chiesto al sistema di eseguire contemporaneamente due processi A e B, la CPU eseguirà per qualche istante il processo A, poi per qualche istante il processo B, poi tornerà ad eseguire il processo A e così via. Il passaggio dal processo A al processo B e viceversa viene definito “cambio di contesto” (context switch).Il rendimento degli uffici inglesi, danesi, olandesi è aumentato ed è risultata accresciuta anche la soddisfazione dei dipendenti, che trovano il lavorare in multitasking compensativo rispetto a lavori molte volte ripetitivi e noiosi, come spesso accade negli uffici.Perchè in Regione Campania l’amministrazione si allinea sempre alle più ottuse normative governative? Quello del ministro Renato Brunetta si chiama ministero dell’Innovazione, ma in queste censure io di innovazione non ne vedo proprio.Per chiarezza la circolare ministeriale, vietava l’uso di Internet per finalità ludiche, tipo giochi on line, o comunque estranee alla attività lavorativa ed anche l’uso irregolare della casella email fornita dall’amministrazione. Nello stesso tempo però si escludevano controlli prolungati, costanti ed indiscriminati. Perchè allora il provider della Regione Campania, su richiesta dell’amministrazione ha oscurato Facebook – che è una finestra sul mondo- ai suoi dipendenti? Non è una scelta ottusa e passatista? Da segnalare pure in Regione Campania l’introduzione del SIGREP (Sistema informativo di rilevamento delle presenze), una sorta di firma elettronica: E’ mai possibile che se uno arriva nel palazzo della Giunta alle 7 .40, firma poi alle 7.50 perché trova quindici persone in fila davanti all’unico computer per la rilevazione? Non se ne potrebbe aggiungere qualche altro?

franco cuomo