POMIGLIANO, TENTANTO UNA RAPINA AD UNA GUARDIA GIURATA. UCCISI DUE VENTENNI

0

Lo Stato è assente ed i cittadini si fanno giustizia da soli provocando tragedie, così una tentata rapina si è tramutata in un bagno di sangue ai danni di due giovani rapinatori che sono incappati in una guardia giurata che li ha uccisi. È accaduto la scorsa notte a Pomigliano D’Arco. Le vittime sono Sebastiano De Falco, 22 anni di Castello di Cisterna, qualche precedente, e Pietro Tramontano 20 anni, anche lui di Castello di Cisterna, incensurato. A sparare una guardia giurata di 28 anni che si è costituito ai carabiniiri di Castello di Cisterna nella tarda mattinata. L’uomo, ai carabinieri, ha confermato che Sebastiano De Falco e Pietro Tramontano la scorsa notte avevano tentato di rapinarlo a Pomigliano D’Arco, in provincia di Napoli mentre era in auto insieme con la sua fidanzata. Ha raccontato che i due rapinatori hanno rotto entrambi i finestrini e gli hanno puntato contro la pistola, poi risultata caricata a salve. Di fronte all’aggressione, il vigilantes ha reagito. Ai carabinieri di Castello di Cisterna, ai quali si è consegnato, è apparso molto turbato. C’è tensione nei pressi della caserma, dove si sono radunati i familiari delle due vittime. Tramontano è stato trovato morto al posto di guida dello scooter, colpito una sola volta, proprio vicino al cuore; poco distante è stato ritrovato De Falco colpito quattro volte. Sul posto – dove i carabinieri sono arrivati in seguito a una segnalazione telefonica alla centrale operativa – sono stati ritrovati lo scooter, la cui targa era ricoperta con una passamontagna bianco, una pistola tipo revolver senza matricola caricata a salve e quattro ogive di grosso calibro. Viale Impero, dove è accaduto il tutto verso l’1.30 della scorsa notte, è una zona piuttosto isolata, l’area industriale di Pomigliano D’Arco.