Maiori: Monza addo´ sta?

0

 La scorsa notte siamo tornati da un evento. Erano le 01:15 ca. che i nostri amici ci hanno fatto scendere dalla loro macchina. Appena scesi sono passati ca. una cinquantina (no, non sto scherzando – potevano essere pure di più che siamo rimasti fermi da un lato della strada per ca. 3 minuti senza poterci muovere – passavano da matti, davvero da matti qui. Uno tanto vicino ai bidoni dell’immondizia – se ci fosse stato qualcuno lì lo avrebbe ucciso. Velocità: se consideriamo che i più lenti non riuscivano ad andare di più (si sentiva dal rumore che erano sotto sforzo) perché probabilmente erano con motore 50 gli altri avevano una velocità tra 80 e 100 km/h e questo su una strada piena di curve. Basterebbe pochissimo e si fa un incidente di massa che non uccide solo quello che corre, ma purtroppo vanno a finire sotto anche quelli che magari non fanno nulla. Una moto che perde equilibrio a quella velocità e si “lancia” a causa delle forze di rotazione e gravità aumenta ancora di velocità e diventa una vera bomba.

Ci sono quei cosi lampeggianti per far vedere meglio le strisce a terra … a questo punto aumentano pure il pericolo … non rallentano mica solo perché lampeggiano come gli alberi di Natale (sono parole detti da bambini). L’unico modo sono dossi artificiali – non si possono mettere i dossi, bene, allora che si mettono i buchi in strada poi DEVONO rallentare. Non è possibile che prima deve morire qualcuno. Negli anni ci sono stati vari incidenti con bambini che sono andati a finire sotto qualche macchina, per fortuna nessuno è morto, ma poteva succedere – deve davvero prima morire qualcuno? O siamo già ad un livello che manco quello non importa a nessuno più.

Ho scelto “solo” una gamba rotta come foto … quello che può succedere è molto, ma molto peggio.

Ripropongo il video che qualche giorno fa Rita ha collegato su facebook:

S.E.

Immagine da: http://commons.wikimedia.org/wiki/File:Broken_leg.jpg
Foto di: Chad Fitz

Lascia una risposta