Avellino, scoperta una casa a luci rosseDenunciata 21enne napoletana

0

AVELLINO (15 luglio) – Stanchi del continuo andirivieni di clienti, i condomini si erano rivolti ai carabinieri per denunciare che un appartamento del loro palazzo era adibito a casa d’appuntamenti.

Così, i militari della stazione di Avellino hanno cominciato ad osservare il condominio di via Due Principati con personale in borghese e macchine civetta. Dopo aver fermato alcune persone che entravano e uscivano dal palazzo pur non abitandoci, i militari hanno verificato che effettivamente nell’appartamento denunciato dai condomini si svolgeva un’attività di prostituzione.

Il blitz dei carabinieri è quindi scattato l’altra sera: dopo essere entrati nell’appartamento, i militari hanno trovato una donna napoletana di 21 anni, oltre a denaro contante e strumenti erotici. Stando alle prime indagini, l’appartamento in cui la giovane esercitava è di proprietà di un cinquantenne di Avellino, che però aveva dato la casa in gestione ad un’agenzia immobiliare.

La donna, che ha già diversi precedenti per prostituzione, ha riferito ai carabinieri che per stare in quell’appartamento pagava un affitto di diverse centinaia di euro. Secondo quanto scoperto dai carabinieri, inoltre, quando la giovane era in casa per svolgere attività di prostituzione c’erano i panni stesi sul balcone.

Alla fine degli accertamenti, la ragazza è stata denunciata a piede libero, l’appartamento è stato sottoposto a sequestro preventivo. Le indagini ora dovranno accertare se il proprietario era veramente all’oscuro che nel suo appartamento esercitavano attività di prostituzione.

ILMATTINO.IT         Inserito da Michele De Lucia