Il degrado dei bagni della Regina Giovanna a Sorrento

0

Il degrado dei Bagni della Regina Giovanna a Sorrento

 3719291409_2a7a62a853_o[1]

 Foto119

Da qualche parte ho letto che si è costituita a Sorrento un’associazione che tra i suoi scopi ha quello precipuo di salvaguardare i bagni della Regina Giovanna dal degrado. Ben vengano associazioni del genere se si pensa allo stato di abbandono totale in cui versa tutta la zona. Si dice che il comune di Sorrento abbia rilevato tutta l’area, sulla  quale – tra l’altro – ci sono i ruderi della Villa di Pollio Felice, un complesso architettonico del I secolo dopo Cristo. I ruderi si trovano su Punta Santa Fortunata che è una delle due Punte di cui è composto in realtà il Capo di Sorrento (l’altra è Punta San Vincenzo) e costituiscono solo una minima parte della Villa che è la più sontuosa di quelle finora note in Penisola Sorrentina. Se al comune di Sorrento toccherebbe il compito di mantenere pulita e curata tutta la zona certamente la Soprintendenza ai beni Archeologici dovrebbe preoccuparsi di di tutelare e conservare al meglio ciò che resta del complesso architettonico. Le foto che vedete sono di domenica scorsa e mostrano uno stato di degrado e di abbandono che certamente non può essere più tollerato oltre. Il viottolo che conduce alla Solara è sporco e ormai quasi impraticabile, mentre le scalette che portano alla passerella, sono crollate in più punti e alcuni tratti sono estremamente pericolosi. I ruderi invece sono diventati ricettacolo di immondizie e parcheggi per motorini . E’ vero, bisogna essere propositivi e non criticare solamente, ma allora mi chiedo: perché non sistemare tutta l’area con raccoglitori per la spazzatura ( che poi però deve essere puntualmente raccolta), perché non risistemare il viottolo e la scale? Perché il comune di Sorrento non lo fa? Perché si sta abbandonando quell’area  all’incuria? Mi viene da pensare che un bel giorno si sveglierà qualche solerte albergatore e rileverà tutta la zona, privatizzandola e giustificando l’operazione come intervento per sottrarla dal degrado. Ultimamente quando si vuole acquisire un bene pubblico è cosi che si fa : lo si abbandona degradandolo e poi il privato lo rileva per sistemarlo. E’ questo quello che si vuole fare ai Bagni della Regina Giovanna? E la Soprintendenza alla quale è demandata la tutela dell’area archeologica cosa fa? Cosa fa il funzionario responsabile della zona la Dott.ssa Tommasina. Budetta ? Come commenta le foto scattate dal sottoscritto? E come le commenta il sindaco Marco Fiorentino? Di certo so come le commenterà la stampa nazionale e internazionale e come le commenteranno i turisti che hanno visitato il posto appena una settimana fa.

Franco cuomo- VAS Vico Equense

postato da francescobis alle ore 09:53 | Permalink | commenti / commenti (pop-up)
categoria:
Aggiungi questo link su: