Felipe Melo, Corvino spiazza la Juve e tratta con l´Arsenal, ma poi lo vende alla Juve

0

Colpo della Juve che rinforza il centrocampo con Felipe Melo, ma colpaccio della Fiorentina: Corvino tratta con l’Arsenal (15 mln più Ebouè) e costringe i bianconeri al rilancio immediato. Così porta a casa 20 milioni e Marchionni. Tutto quello che chiedeva sin dall’inizio…

FELIPE MELO ALLA JUVE PER 20 MILIONI PIU’ IL CARTELLINO DI MARCHIONNI. AFFARE CONCLUSO DOPO CHE NELLA MATTINATA DI MARTEDI’ CORVINO AVEVA ANNUNCIATO DI ESSERE IN TRATTATIVA CON L’ARSENAL PER LA CESSIONE DEL CENTROCAMPISTA BRASILIANO.

felipe melo
Felipe Melo vede il bianconero… ma è quello della Juve

Retroscena –  Ha vinto la Juve che si è aggiudicata un giocatore in grado di far compiere alla squadra un salto di qualità: in mezzo con Sissokho (quello che non ha il mal di denti) costituirà una diga formidabile, in grado di dare un mix di grinta, dinamismo e un po’ di qualità (quella dell’ex viola) all’undici di Ciro Ferrara. Poi toccherà a Diego inventare calcio e fare la differenza.

Ha vinto Pantaleo Corvino, supremo venditore. Il direttore sportivo della Fiorentina aveva annunciato di essere in trattativa con l’Arsenal per la cessione del giocatore e di non avere in programma incotnri con la Juve. Non bluffava del tutto. Da Londra era giunta non solo l’intenzione di trattare, ma anche un’offerta molto interessante: 15 milioni più il laterale sinistro Ebouè, gradito ai viola. Una proposta importante, ma non definitiva, la Juve ha capito che doveva accelerare per non perdere il giocatore (sul quzale aveva lavorato molto, raggiungendo da qualche giorno un accordo per l’ingaggio: 2,5 milioni per cinque anni) e ha rilanciato. In modo pesante. Praticamente Corvino, dicendo quattro parole pubbliche, ha ottenuto quello che voleva, ossia vendere il giocatore al prezzo della clausola (25 in contanti commutati in 20 più Marchionni). Un bel colpo in tempi di vacche magre nel mondo del calcio (Florentino a parte)…

Le strategie della Fiorentina. Venduto Felipe Melo la piazza è in fermento: sulla conferma del brasiliano contavano molto i tifosi e la clausola rescissoria così alta sembrava averli tranquillizzati. Ora al club viola si chiederà di trovare un sostituto e allestire una squadra che dovrà superare i turni preliminari di Champions, affrontando poi una stagione molto impegnativa. Chi può prendere il posto dell’ex faro del centrocampo toscano? Nelle scorse ore si è offerto con decisione (anche alla Juve e in terza battuta pure al Milan) l’argentino Cristian Ledesma. Il laziale conta molto sul rapporto con Corvino che lo portò in Italia al Lecce, ma ha un prezzo fissato a 15 milioni che non è ‘clausola rescissoria’ in senso stretto del termine, ma quando si tratta con Lotito… le differenze sono poche. In più Prandelli sta meditando se non sia più utile un forte giocatore di interdizione più che uno di costruzione allo stato puro. Ecco dunque che il concorrente più pericoloso per Ledesma è il 23enne torinista Dzemaili, grande rivelazione dell’ultimo campionato. Il Toro lo valuta 10 milioni, ma a 6-7 l’affare si può fare. Altri nomi? A Firenze si parla anche del doriano Palombo, però pure il suo prezzo è impegnativo e rischia di essere a due cifre. Infine c’è ci mormora di Gaetano D’Agostino. Sul quale però Pozzo non fa un euro di sconto come ben sa la Juve. E poi il gioiello delle zebrette è un regista…

LE DICHIARAZIONI DI CORVINO CHE HANNO SPINTO LA JUVE AD ACCELERARE – Corvino gela la Juventus: “Felipe Melo? Non ho nessun incontro in programma con la società bianconera. Non c’è una squadra che si è presentata per darmi quanto stabilito con la clausola, quindi non c’è nessun incontro previsto”. Il direttore sportivo della Fiorentina fa il punto della situazione sul brasiliano, pezzo pregiato del mercato viola e al momento esclude fumate bianche imminenti con la Vecchia Signora. Anche perché, Cobolli avrà pure in mano il gradimento del giocatore, ma la società viola non fa sconti: “Le condizioni sono quelle che ho sempre detto: bisogna raggiungere un accordo con una società che ci porti i 25 milioni di euro richiesti”.

“Non intendo inserire giocatori nella clausola. Se poi c’è un giocatore interessante se ne può parlare…”. Il pensiero correrebbe a Marchionni, ma la Fiorentina ha già annunciato l’acquisto in comproprietà con la Juventus e dunque l’operazione non sembrerebbe rientrare nella possibile trattativa per Melo. Oltreutto il laterale della Juve prende anche tempo e giura di non aver trovato alcun accordo con i toscani. Ma c’è di più. Corvino svele che l’Arsenal si sta muovando con decisione per avere il centorcampista brasiliano: “I Gunners ci hanno fatto una proposta e Wenger vuole parlare con me. Io non ho nessuna preclusione, perchè se insieme a una situazione economica ci fossero contropartite interessanti se ne potrebbe parlare”. Un nome? Il laterale sinistro Ebouè: “Lo considero una valida contropartita tecnica”.

Intanto un altro nome che sta intersecando il suo destino con Felipe Melo è Cristian Ledesma (sospeso tra Juve e Fiorentina, anche se ci sono altre possibili offerte in caldo). Il centrocampista argentino della Lazio giura: “Io e il Presidente siamo d’accordo aspetteremo un’offerta e decideremo: non so se la valutazione del mio cartellino sia corretta (15 milioni ndr), dipenderà molto anche dal momento”. Le sue preferenze sono chiare, non vorrebbe lasciare la serie A: “Vediamo se ci sarà una squadra, preferibilmente italiana, che voglia spendere la cifra chiesta da Lotito o almeno ad avvicinarcisi”.

Tornando a Corvino, il dirigente viola si sofferma poi sulle altre possibili operazioni di mercato, esclude di aver ricevuto offerte per Mutu e Vargas e dice che sta lavorando da diversi mesi per il rinnovo del contratto di Pasqual: “Gli abbiamo offerto un triennale, non siamo molto distanti e lui sa che è il massimo che possiamo fare”. La Fiorentina sta cercando il vice Gilardino: «Non è facile trovare un giocatore che venga a Firenze sapendo di fare l’alternativa al nostro attaccante. Comunque fino al 30 agosto può succedere di tutto”.

TRATTO.DA affaritaliani.it   inserito da Michele De Lucia