Positano campo sportivo a Montepertuso Le isterie di una amministrazione

0

(Riceviamo e pubblichiamo)

Positano, Costiera amalfitana Che ci fosse confusione all’interno dello sparuto gruppo di maggioranza che regge il traballante seggio del Sindaco era ed è noto a tutta la cittadinanza (e non solo).

Tuttavia, i fatti che si sono verificati negli ultimi giorni hanno assunto dimensioni molto preoccupanti.

Se non fosse per i gravi danni ed i disservizi che pesano sui cittadini, sembrerebbe di assistere alla caricatura di un film comico di pessima fattura.

A Montepertuso, ad esempio, in occasione della Festa della Madonna delle Grazie, mentre qualche Assessora si batteva per il necessario utilizzo del campo sportivo quale area di sosta, altri Assessori sono addirittura arrivati a far affiggere nelle vie della frazione copie di un’Ordinanza di divieto di sosta lungo la carrabile con contestuale annuncio di non apertura del campo sportivo.

I contrasti sonno andati avanti per qualche giorno assumendo i connotati tipici di una “lotta fra bande” che ha visto il solito defilarsi di un altro noto Assessore locale.

Per porre fine alle contese è dovuto scendere in campo, è proprio il caso di dirlo, il Sindaco Marrone.

Tuttavia, la soluzione del dilemma “campo si, campo no” non ha certo spento i dissapori fra gli Amministratori di Maggioranza, con il “gruppo positanese” che ha disertato totalmente la funzione religiosa.

Solo pochi giorni prima, un analogo “teatrino” ha avuto come palcoscenico un’area della Spiaggia Grande da sempre utilizzata dai ragazzi per momenti di socializzazione sportiva amatoriale.

Anche in questo caso si sono viste autentiche crisi di isterismo, di prepotenza e di infantilismo acuto.

Tutto da ridere se non fosse per l’ennesima brutta figura con i nostri giovani.

Consigliamo caldamente ai nostri Amministratori di impiegare le loro energie in modi più costruttivi ed utili alla collettività.

 

                                                                                                                      Il Consigliere

                                                                                                                      Michele De Lucia