Riso e maiale per i Grandi della Terra

0

La biancheria sarà offerta da Frette, una delle aziende simbolo dell’eccellenza del made in Italy. I menù? Risotto all’isolana con carne di maiale e di vitello

E’ tutto pronto. L’Aquila si prepara ad accogliere i Grandi della Terra per il G8 che si terrà dall’8 al 10 luglio e che sarà all’insegna dell’austerity. I leader mondiali staranno tutti insieme in una caserma, ospitati negli alloggi degli allievi della Guardia di Finanza, in abitazioni “decorose” ma non certo all’altezza del lusso cui è abituato un capo di Stato.

LA BIANCHERIA. La biancheria sarà offerta da Frette, una delle aziende simbolo dell’eccellenza del made in Italy. Set di lenzuola in raso, copripiumini, Asciugamani, accappatoi, accessori e “cortesie” per il bagno personalizzati con i monogrammi degli ospiti.

SALA STAMPA IN PALESTRA. I giornalisti lavoreranno a 100 metri dai premier, con la sala conferenze in una palestra.

AUTO ELETTRICHE. All’esterno, ma sempre nella caserma, auto di servizio solo Made in Italy (al massimo Fiat-Chrysler) e rigorosamente elettriche.

I MOBILI. Qualche sfollato potrà dormire nel letto che nella caserma ha ospitato Obama o sedersi alla scrivania su cui ha lavorato Berlusconi, perché a G8 concluso tutto il mobilio e l’arredamento che la Protezione civile sta mondando per ospitare i ‘grandi della terra’ e le loro delegazioni sarà trasferito nelle case antisismiche in costruzione.


Una bustina da the con la figura di Barack Obama

I MENU’. Saranno quattro. Uno dei quali a base di riso Vialone Nano Igp, unico riso italiano ed europeo con certificazione di Indicazione Geografica Protetta. I leader mondiali la sera del 9 luglio ceneranno nella caserma de L’Aquila “risotto all’isolana con carne di maiale e di vitello, tipico della zona, e risotto con radicchio veronese e formaggio monte veronese”, spiega ad Affaritaliani.it Massimo Gazzani, Presidente dell’Ente fiera del riso di Isola della Scala (Verona), che si sta occupando del catering del G8. “Poi salumi della zona veronese: soppressa e prosciutto crudo. Polenta e dolci a base di riso: la sbrisolona e la torta di riso”.

La prossima settimana ben 10 cuochi partiranno da Isola della Scala, a 15 Km da Verona, con camion frigo e con tanto di pentoloni per far da mangiare a ben 2000 persone tra leader e delegazioni. Una sfida che non li spaventa. “L’anno scorso alla Fiera del riso abbIamo avuto mezzo milione di presenze”, spiega Gazzani. “Siamo abituati a fare 50-60mila risotti al giorno”.

Un bel riconoscimento, spiega il presidente dell’Ente: “E’ una favola, dopo 43 anni il riso Vialone Nano Veronese si siede a tavola con i potenti. E’ un grande successo per la Fiera e per la comunità”, che dal 16 settembre all’11 ottobre 2009 organizza l'”Oktober Fest del riso”.

La Fiera vanta una lunga esperienza. Hanno mangiato il risotto Vialone Nano Veronese anche i nostri onorevoli alla cena di Natale e i parlamentari europei. “Gianfranco Fini è stato più volte nostro ospite in Fiera”, sottolinea Gazzani.

E dopo i Grandi anche i terremotati dell’Abruzzo: “Il 10 luglio saremo a Santa Ruffina per preparare il nostro riso all’isolana”.

L’AEROPORTO DE L’AQUILA. Dal punto di vista strettamente logistico, Bertolaso ha spiegato che gli spostamenti delle delegazioni saranno garantiti via terra tramite l’autostrada A24 Roma-L’Aquila-Teramo (che potrà essere chiusa ‘a elastico’ durante il transito delle auto blu) e via aerea utilizzando, oltre ai tre aeroporti romani (Fiumicino, Ciampino e Pratica di Mare), lo scalo aquilano di Preturo, vicinissimo alla caserma e rimesso a nuovo per l’occasione. I leader atterreranno così nella capitale, per poi spostarsi quasi tutti in elicottero all’Aquila. Nella caserma che ha vissuto i funerali delle vittime del terremoto, per ogni capo di Stato saranno ospitati 25 accompagnatori, gli altri membri degli staff dormiranno in alberghi vicini (a L’Aquila o sulla costa).

I COSTI. Rispetto alla Maddalena si prevedono così costi ridottissimi: “Non supereremo i 50 milioni di euro, a fronte dei circa 450 comprensivi dei lavori previsti per la Sardegna“.

fonte:affaritaliani.it             inserito da michele De Lucia

Lascia una risposta