Frosinone. Folla per "Le cantine aperte di Rione Giardino".

0

GRAN FOLLA DI GIOVANI PER “LE CANTINE APERTE DI RIONE GIARDINO” A FROSINONE

 

Si tratta di una tradizionale manifestazione enogastronomica, che richiama a Frosinone ogni anno, a giugno, quantità di giovani e meno giovani da ogni parte d’Italia.

Tutti hanno l’indirizzo e si riversano nello storico quartiere di Sant’Elisabetta e nel Rione Giardino dove un fiume umano si immerge negli antichi sapori ciociari.

Un intero quartiere vive e partecipa alla festa offrendo degustazioni di vino ai partecipanti .

Quest’anno sono stati distribuiti oltre 4000 litri insieme a pietanze tipiche come zuppe, sagne e fagioli, salsicce secche, patate, formaggi, affettati, etc. …

La solidarietà, il legame della gente di questi rioni storici, risale a quando Frosinone appariva come una collina con cinque borghi: il Giardino, Belvedere e Santa Lucia, borgo San Salvatore (attuale Sant’Antonio), rione San Martino (zona piazza Risorgimento) e Santa Maria.

Molte famiglie, alla fine del secondo conflitto mondiale, abbandonano i rioni storici di Frosinone per trasferirsi nella parte bassa; pochi lasciano invece il Giardino, rione popolare a differenza del rione nobile di Santa Maria, dove il legame con il quartiere era più forte e più sentito dalla popolazione.

Resiste un profondo senso di appartenenza al quartiere, che è rimasto inalterato in quanto il rione è concepito come un‘unica grande famiglia con le qualità proprie di una piccola realtà locale.

Si sono conservate tante tradizioni del rione che si manifestano durante diverse occasioni sociali nel corso dell’anno: alla vigilia della Befana si tiene la tradizionale serenata nei vicoli del quartiere, usanza questa che si ripete anche durante la notte dell’ultimo dell’anno come buon auspicio; il falò di Santa Lucia, i festeggiamenti del Carnevale con la festa della” radeca” e pane.

La manifestazione “Le cantine aperte del Rione Giardino” è una festa con degustazioni gratuite di vino e cibo.

Si respira allegria fra la gente che balla, canta, accompagnata da gruppi musicali, gruppi folk ed ancora trampolieri, mangiatori di fuoco; tanto vino, un fiume di vino, distribuito in venti cantine tipiche.

La manifestazione viene curata dall’Associazione Culturale Rione Giardino, con il patrocinio della Regione Lazio, del Comune di Frosinone e con il contributo dell’A.D.M.O, sezione provinciale di Frosinone, che ogni anno distribuisce per l’occasione caratteristici kit con bicchiere e sacchetto porta-tutto.

Anche quest’anno, le varie cantine organizzate dalle famiglie del rione, hanno distribuito vino e cibo, fino a notte inoltrata.

La cantina di Achille Quadrini, pittore vissuto a Giardino, aveva dinnanzi giovani che non si rassegnavano; chiedevano vino bianco e rosso e cibo.

I Quadrini hanno dato tutto, comprese le riserve.

Nella cantina fra i vari amici di Quadrini presenti, anche Fernando Rea, noto artista, ed il critico teatrale Pino Cotarelli.

 

Maurizio Vitiello

Lascia una risposta