Ischia. Foreign Award 2009 a "QUANTUM OF SOLACE".

0

Foreign Award 2009 a “QUANTUM OF SOLACE”

L’Ischia Film Festival e l’APE assegnano il premio al film di Marc Forster.

 

L’Ischia Film Festival  premia “007 Quantum of solace”, film diretto da Marc Foster e 22° capitolo della saga cinematografica dedicata alle avventure di James Bond. 

Il Foreign Award 2009, attribuito annualmente alle produzioni cinematografich ed internazionali che hanno scelto l’Italia come location delle riprese, viene da quest’anno assegnato con l’APE – Associazione Produttori Esecutivi – che ne ha abbracciato con entusiasmo la filosofia e le finalità.

“Quantum of solace” è stato girato tra l’estate del 2007 e la primavera del 2008 e ha avuto come location principali  le cittadine di Siena, Talamone,  le cave di marmo di Carrara e il lago di Garda.

 In particolare, è Siena, nella tradizionale giornata del suo Palio, a fare da sfondo alla memorabile sequenza di apertura del film: un colpo d’occhio che coglie e mostra, in maniera  straordinaria, e a tutto il mondo, uno dei simboli più preziosi della tradizione culturale italiana.

In tutte le location italiane scelte per le riprese sono stati coinvolti gli operatori turistici e commerciali affinché sviluppassero iniziative complementari per la promozione del territorio utilizzando sinergie con il film.

Queste motivazioni hanno spinto Michelangelo Messina, direttore artistico dell’Ischia Film Festival, e gli associati dell’APE a conferire il premio a questa pellicola, che sembra aver perfettamente tessuto il collegamento tra cinema da una parte e territorio dall’altra.

Il premio sarà consegnato al vincitore da Guido Cerasuolo, produttore esecutivo del film e socio dell’APE, durante la cerimonia conclusiva del festival che avrà luogo ad Ischia l’ 11 Luglio 2009.

Nelle passate edizioni il Foreign Award è stato assegnato, tra gli altri, a “The Passion” di Mel Gibson,  “007 Casinò Royale” di Martin Campbell, “Le avventure acquatiche di Steve Zissou” di Wes Anderson, “Angeli e demoni” di Ron Howard.

 

Tramite films è possibile far intendere e promuovere un territorio.

Cinema e territorio può essere un ottimo connubio per il turismo.

 

Continua l’interessante stagione dei premi cinematografici.

 

Maurizio Vitiello