Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Centoquarantaparole (e oltre), Stella Cilento, liberaci dal male (o da Marek?)

Più informazioni su

 Non ha fatto visita agli ammalati, ha abolito il catechismo per i bambini, arriva spesso in ritardo alle cerimonie religiose e, soprattutto, non muove un dito se non dietro corresponsione di denaro. E’ la storia, raccontata dai fedeli, di don Marek O. un sacerdote polacco, di cinquant’anni, trasferito dal 2008 nelle parrocchie di Stella Cilento, San Giovanni e Pollica, nel cuore del Cilento.

I parrocchiani hanno scritto al vescovo, al cardinale, addirittura al Papa, senza riscuotere mai nessuna risposta. Solo il neo vescovo di Vallo della Lucania, monsignor Ciro Miniero, qualche mese fa, ha incontrato un gruppo di parrocchiani invocando “pazienza e collaborazione”. Ma da allora nulla è cambiato.

E’ così, ieri mattina, l’intera comunità di San Giovanni, frazione di Stella Cilento, è scesa in piazza per protestare pacificamente contro il sacerdote. Decine di fedeli hanno aspettato il parroco dinanzi alla chiesa del paese. Sul campanile è stato esposto uno striscione: “Signore liberaci dal Malek…”. Deserta la chiesa, la messa domenicale è saltata. La scena si è ripetuta nel pomeriggio, a Stella Cilento, dove un altro gruppo di fedeli ha protestato contro il sacerdote.

In prima linea anche il sindaco, Antonio Radano, che ha vigilato affinché la protesta si svolgesse in maniera pacifica.

condensato da repubblicanapoli.it

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.