Positano News - Notizie dalla Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

I Due Gemelli Napoletani

Più informazioni su

Martedì 9 agosto 2011, ore 21.00, nel Chiostro della Santissima Trinità e Paradiso, della compagnia stabile Teatro Mio

Vico Equense – Dopo i successi delle scorse serate con Biagio Izzo, Carlo Buccirosso e altri famosi personaggi della comicità italiana, martedì 9 agosto 2011, ore 21.00, saranno in scena nel suggestivo Chiostro della Santissima Trinità e Paradiso, “I Due Gemelli Napoletani”, straordinaria riduzione di Tato Russo della famosa commedia di Plauto “I Menecmi”, della compagnia stabile “Teatro Mio”. La commedia si rifà a quel genere di comicità popolare che fa leva sul gioco degli equivoci, accentuando in un’ottica caricaturale e macchiettistica i personaggi. L’adattamento in chiave partenopea di Tato Russo trasporta l’avventura dei Menecmi in una Neapolis coloratissima di servi e padroni, di ancelle e cortigiane, di “femminielli” e parassiti. I protagonisti sono i due gemelli Menecmo e Fosicle. Quest’ultimo, dopo la scomparsa del fratello rapito, è ribattezzato per nostalgia dal padre Mosco (Bruno Alvino), anch’egli Menecmo. Menecmo e Menecmo dunque… Menecmo (Natalino Di Guida) è un noto e stimato avvocato napoletano che con la complicità del suo compagno schiavo liberato Spazzola (Luigi Parlato), ama tradire la propria moglie Dorippide (Luisa Russo) sostenuta nel suo dolore dalla devota schiava (Rosa Cannavacciuolo) con l’avvenente Erozia (Tina Norvello), una meretrice che ha al suo seguito le voluttuose Fisicle (Federica Cuomo), Fisilide (Valentina Alfano), e Cilindro un cuoco dalla “spiccata” personalità (Bruno Alvino), l’altro… Menecmo è, invece, un po’ più rozzo, meno educato, segnato dall’accento di Capua, giunto a Napoli con il suo fido schiavo Messenione (Stefano Arpino), alla ricerca della sua famiglia e magari anche, di una vita più agiata. Classiche e sempre di grande effetto, le gag si susseguono con un ritmo incalzante, tutte convergenti sugli immortali temi della commedia classica (la fame, il sesso, la “roba”), quindi sempre nel pieno rispetto dell’originale plautino. “Teatro Mio” nasce a Vico Equense nel  1988. Un gruppo di amici, appassionati di teatro, decisero di costituire un’associazione non profit allo scopo di diffondere la cultura teatrale attraverso la ricerca di testi antichi e la produzione di spettacoli, a sipario aperto, caratterizzati da una veloce alternanza di brani teatrali e musicali.

Info e ticket on line: 081 8016709 – 333.6353444 – www.teatromio.it – tribuna euro 7 – platea euro 10

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.