Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Ennesimo atto vandalico sulla costa di Capaccio Paestum. Bruciata una delle torrette per il salvataggio in mare

Più informazioni su

Ennesimo atto di vandalismo durante la notte lungo la costa di Capaccio Paestum. Nel mirino dei balordi, questa volta, è finita una delle torrette di avvistamento utilizzate per il servizio di salvataggio in mare. La torretta è stata collocata dalla società Med Service, presieduta da Carmen Mottola, sul tratto di spiaggia libera adiacente al lido Cerullo’s, in località Linora. A lanciare l’allarme è stato proprio il guardiano del complesso turistico Cerullo’s, che stava effettuando il servizio notturno. Quando ha visto le fiamme e ha individuato i vandali, si è avvicinato alla torretta ma i balordi si sono dati alla fuga. La struttura in legno, infatti, è stata incendiata solo in parte grazie al tempestivo intervento del guardiano. Sul posto sono stati rinvenuti una tanica contenente liquido infiammabile e dei giornali. L’atto vandalico è stato stigmatizzato dal consigliere Maurizio Paolillo, che è delegato proprio alla fascia costiera. «Si tratta di un comportamento deprecabile – commenta il consigliere comunale – non si può pensare di passare una serata in spiaggia incendiando qualsiasi cosa. I semplici e pur vietati falò finiscono spesso per dimostrarsi momenti di vandalismo sfrenato. Si va dalla rottura di bottiglie sulla spiaggia, pericolosissima per i bagnanti, al taglio di alberi in pineta fino all’atto vandalico di bruciare di tutto. Sedie e ombrelloni, anche appartenenti a stabilimenti balneari, e ora addirittura una torretta. Questo non è il primo caso». Paolillo, rivolgendosi direttamente ai genitori dei responsabili di simili atteggiamenti compiuti sicuramente da un gruppo di giovani balordi, conclude: «Dite ai vostri figli che siamo nel 2016 e l’ambiente, mai come ora, è un bene prezioso. Se volete passare una serata diversa utilizzate fiaccole e barbecue». È intervenuto anche Elio Mottola, responsabile della società di salvamento che effettua il servizio sulle spiagge libere per conto del Comune di Capaccio Paestum e proprietario della torretta: «È la solita goliardata – evidenzia – qualche giorno fa bruciarono degli ombrelloni su un lido. Purtroppo ogni anno si ripete la stessa storia». Non è la prima volta infatti che si verificano casi del genere. Qualche tempo fa la torretta di avvistamento per il servizio di salvataggio fu interamente bruciata e i pezzi utilizzati per fare un falò su una spiaggia libera in località Laura. Ogni anno balordi fanno bisboccia sulla spiaggia e creano danni. Gli ultimi raid si sono registrati nella notte di Ferragosto con le spiagge inzozzate da incivili, che le hanno trasformate in immondezzai allestendo tendopoli e accampandosi alla meno peggio. E con gli operai comunali costretti a fare gli straordinari per rimuovere rifiuti e resti di falò appiccati durante la notte. (Angela Sabetta – La Città) 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.