Positano News - Notizie dalla Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Giovanardi: “Aldrovandi è morto d’infarto, come un incidente stradale. La madre insulta”

Più informazioni su

Giovanardi: "Aldrovandi è morto d'infarto, come un incidente stradale. La madre insulta"

Giovanardi: "Aldrovandi è morto d'infarto, come un incidente stradale. La madre insulta"

Fanno discutere le parole di Carlo Giovanardi, senatore di Nuovo Centrodestra: "Federico Aldrovandi è morto di infarto per essere stato tenuto in una certa posizione, lo dice la sentenza".

"E’ una tragedia famigliare – continua Giovanardi – ma mi sembra un po’ che sia come il caso di un incidente stradale". Il senatore ha espresso il suo parere durante la trasmissione radiofonica “La Zanzara”, su Radio24.

Una vera e propria difesa totale dei quattro agenti di polziia condannati, ai quali negli scorsi giorni il sindacato di polizia Sap aveva tributato una standing ovation di cinque minuti, sgomentando l'Italia intera.

Giovanardi la vede in un altro modo: "C’è una vittima ma anche quattro persone che hanno la vita completamente rovinata di cui si chiede la radiazione. Si sono comportati come i carabinieri che hanno fermato Preiti davanti a Palazzo Chigi. Lo hanno immobilizzato come previsto dai manuali, la stessa posizione utilizzata dai poliziotti di Ferrara condannati per quello".


 

 

E non è tutto. Il senatore aggiunge: “Come non si fa a non sentirsi vicino ai poliziotti condannati per la morte di Aldrovandi? Sono persone che hanno avuto la vita rovinata, le famiglie rovinate, danni economici giganteschi e li hanno tenuti in carcere illegalmente per sei mesi“.

Come usare la leva? Puoi investire 40.000€ con soli 100€! Inizia subito! Registrati e scopri come.

Anche Patrizia Moretti, la mamma di Federico, è bersaglio delle critiche di Giovanardi: "La madre sbaglia e insulta gli agenti, alimenta la solidarietà tra gli agenti, quello che è successo l’altro giorno con l’applauso dei poliziotti. Erano centinaia ad applaudire. Quegli agenti non sono né assassini, né delinquenti. Non ci si deve meravigliare che i poliziotti oggi siano esasperati: in ogni situazione come quella, come con Riccardo Magherini e Stefano Cucchi, si muove una lobby contro di loro".


 

 

today

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.