Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

COSTIERA AMALFITANA AL VIA GLI ACCORDI DI RECIPROCITA´, IN PRIMA FILA LA CIRCUMVALLAZIONE DI AMALFI

Più informazioni su

Circumvallazioni, parcheggi e funivie. E’, questo, in sintesi, il progetto legato agli “accordi di reciprocitá”, realizzato dalle amministrazioni comunali del comprensorio amalfitano. Piano che prevede, come tema portante, la mobilitá e che sará presentato in Regione per concorrere al finanziamento, per un tetto massimo ammissibile di 70 milioni di euro (63 milioni a carico dell’ente di Palazzo Santa Lucia e 7 dei comuni). Tra i progetti c’è la strada di circumvallazione di Amalfi che, partendo da Castiglione di Ravello, terminerebbe nella zona del “Cieco”, subito dopo il tunnel che sta al di sotto dell’ex hotel Cappuccini, con una serie di parcheggi disseminati lungo l’arteria. In questo modo, quindi, il centro abitato non sarebbe minimamente toccato dal via vai delle autovetture e totalmente bypassato. Un’opera mastodontica, alla quale sono legati, direttamente o indirettamente, tutti gli interventi presentati dagli altri paesi della Costiera. Che contano, attraverso le opportunitá di finanziamento concesse dai patti di reciprocitá, di poter risolvere, una volta per tutte, l’atavico quanto attuale problema della mobilitá sul territorio. Perciò, messi da parte antichi rancori, i 13 comuni della Divina si sono, finalmente, uniti e adesso attendono, con il fiato sospeso, che il loro progetto venga approvato. Tra i vari interventi previsti nel piano, vi sono, solo per citarne alcuni, la funivia che dovrebbe collegare Minori a Ravello, tre assi viari interni a Tramonti, il parco fluviale a tema a Vietri e la realizzazione di diversi parcheggi. Il comune capofila, nel caso in cui gli accordi ottengano il placet della Regione, sará Amalfi, mentre il gestore, sempre qualora arrivasse l’ok, sará la societá Sviluppo Costa d’Amalfi. «Siamo riusciti -commenta il sindaco di Cetara, Squizzato – ad aggregare una realtá territoriale difficile come la nostra, puntando anche su interventi coerenti con il Piano urbanistico territoriale». (g.d.s.)

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.