Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Minori: urgono passaggi pedonali rialzati

Gli operatori turistici, l’istituto tecnico per il turismo ed i residenti della via Alfonso Gatto (statale 163 amalfitana) lamentano la scarsa vigilanza per quanto concerne la velocità di attraversamento da parte di moto- motorini ed auto. Tutti a tutto gas e rumorosamente in barba alla sicurezza, all’inquinamentio acustico ed ambientale.
Tutti dicono che non c’è rimedio anche se sanno di mentire (si preferisce rivolgere l’attenzione verso la sosta vietata o non pagata). Il rimedio, che potrebbe sembrare inefficace ma in effetti sortirebbe l’effetto desiderato da tanti, c’è ed è attuabile all’istante.
Basta realizzare gli attraversamenti pedonali (in barba al fatto che trattasi di statale, ma pur sempre territorio comunale) rialzati e colorati in modo da aiutare la sicurezza e la diminuzione della velocità. Alla via suddetta al momento ne esistono quattro da adeguare , seguendo le norme della legalità. Tutti aspettano.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Amleto

    Amleto
    Da anni sostengo la tesi proposta dall’amico Gaspare, che condivido con convinzione profonda . Dossi artificiali (cosiddetti dissuasori!) per imporre il rispetto del limite di velocità a 30 km/h, monitoraggio con telecamere, piazzate nei punti più strategici, in grado di registrare le trasgressioni e le relative targhe con procedimento automatico di incasso tramite PRA. Il ritorno economico dell’investimento è di indubbia certezza. Quanto alla tipologia ingegneristica omaggiata dalla signora Beta, sto parlando di galleristomania ….. Dio ce ne scansi e liberi!

    1. Scritto da Beta

      Sig.Amleto, ovviamente non ha colto affatto l’ironia del mio commento…
      Nel mio primo commento, intendevo semplicemente dire, che in costiera ci sono dei borghi “passanti”, cioè con strade di attraversamento obbligate, che hanno un handicap irrisolvibile, a meno di venir totalmente bypassate.
      In tal caso non esiste una “soluzione finale” ma purtroppo solo dei palliativi, e tra questi ognuno ha pregi e difetti a seconda dei gusti!
      Per quanto riguarda l’autore dell’articolo, se io merito il titolo di Tuttologo, qui sono davvero in buona compagnia…
      A differenza di quanto fatto da lui, per educazione però, ometto di aggiungere “da strapazzo”, lasciando ai lettori, la libertà di farsi una propria opinione in merito.

  2. Scritto da Gaspare Apicella

    da domani, prima di scrivere qualcosa, chiederemo il permesso a questo tuttologo da strapazzo
    gaspare

    1. Scritto da Beta

      Non sono d’accordo con quello che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto a dirlo.
      (Voltaire)

  3. Scritto da Beta

    Ironia a parte, i dossi non sarebbero proprio la soluzione al problema, poiché i rallentamenti repentini con le successive accellerate dei veicoli, seppur utili a ridurre i danni da velocità, aumenterebbero lo smog, sia acustico che dell’aria…
    Meglio un Autovelx, almeno serve anche a rimpolpare le casse comunali, colpendo solo e giustamente, i nemici dell’ambiente, dell’educazione e…del “buon vivere”!

  4. Scritto da Beta

    L’unica speranza è un bypass di Minori con un bel tunnel…
    Chissà che l’Ing. Aniello Casola abbia già un progetto ad hoc conservato in qualche cassetto!
    (Sig Sig)