Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Incendio di Capodanno , nei pressi del ristorante Mi Carro dopo il Valico di Chiunzi domato dai vigili del fuoco

Incendio di Capodanno. Oggi primo gennaio 2020 verso le 14 il primo incendio dell’anno alle spalle della Costa d’ Amalfi Fiamme nei pressi del ristorante Mi Carro dopo il Valico di Chiunzi. La strada della provincia di Salerno che collega Tramonti , Ravello e la Costiera amalfitana con l’Agro Nocerino – Sarnese e l’autostrada A3 Napoli – Salerno ad Angri. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e volontari riuscendo a domare le fiamme

Incendio al Valico di Chiunzi

Incendio domato. Intervento congiunto nucleo cittadino Protezione Civile con volontari associazione Papa Charlie e Vigili del fuoco. Sterpaglie incendiate probabilmente da materiale pirico inesploso. Il Sindaco Pietro Pentangelo che ha partecipato alle operazioni di spegnimento, si è detto preoccupato e ha chiesto attenzione per il territorio. La strada provinciale 2 verso il Valico, è fra l’altro interessata da diffusa e scarsa manutenzione. Uno smottamento nei pressi dell’abitato, lo scorso novembre ha costretto ad un senso unico alternato e a disporre un’ordinanza di divieto di transito per i veicoli pesanti , a seguito del crollo di una parte della carreggiata.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Beta

    Questo incendio è l’ennesima conferma della pericolosità dei fuochi pirotecnici indiscriminati.
    Andrebbero vietati e limitati esclusivamente a quelli comunali, organizzati intelligentemente ed opportunamente gestiti.
    Comunque non è affatto “raro” imbattersi in mezzi pesanti in transito sulla strada corbarina interessata dalla frana: quasi mezza carreggiata, transitabile in quel punto, a senso unico alternato mediante semaforo.
    In totale assenza di addetti alla vigilanza quindi, spesso si assiste ad ingorghi in corrispondenza di una strettoia a valle della frana, in un punto dove in un imbuto tra costruzioni edilizie invasive non concluse, non è stato mai collocato alcun semaforo.
    Nel complesso il percorso è notevolmente dissestato, con il manto bituminoso disseminato di buche di grandezza variabile ed increspature abbondanti dal valico fino al casello autostradale.
    Nonostante tutto occorre ringraziare il sindaco di Corbara, che a differenza di altri, si sta mostrando collaborativo nei confronti delle comunità costiere, non creando problemi alla libera circolazione di questa bella e martoriata arteria stradale…

Translate »