Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Bologna invasa dalle Sardine. Alessandra ( Sorrento ) “Siamo in 40 mila, da qui si cambia l’ Italia”

Più informazioni su

Bologna invasa dalle Sardine. Alessandra ( Sorrento ) “Siamo in 40 mila, da qui si cambia l’ Italia” . Alessandra da Sorrento sta seguendo l’evento per Positanonews . La piazza è già piena alle due e mezza, sardine che arrivano da tutta l’Emilia Romagna, ma anche da Milano e dalla Puglia, pure sardine sarde. È il giorno del concertone del movimento anti populismo che sfida Salvini per batterlo domenica alle urne. “Io sono venuta con altre con il Bus, solo 20 euro.. Sento aria di positività, la gente vuole migliorare questo paese ”

“Le piazze continuano ad essere piene, quello che vediamo sul web non corrisponde a verità – aggiunge il promotore sotto il palco – Se Salvini perdesse sarebbe dirompentep erché la sconfitta sarebbe stata aiutata da una forza di piazza che ha speso zero euro. Oggi è un cambiamento per noi ma tra una settimana potrebbe cambiare l’inerzia politica sovranista”.

“Giovedì 23 andiamo a Bibbiano perché vogliamo capire com’ com’è Bibbiano senza vedere un meme che Borgonzoni ha pagato 5 mila euro per vincere le elezioni” continua Santori, riferendosi all’appuntamento elettorale nel paese dove la Lega, pur arrivata dopo, ha ottenuto dalla questura l’uso della piazza principale. Una decisione definitiva sulla partecipazione o meno verrà presa però in assemblea dalle sardine lunedì 20 a Bibbiano.

“Da aringa affumicata a sardina dichiarata” ironizza Sandra, da Piacenza, 74 anni. “Speriamo nei giovani che non votino Lega”. Perché chi è qui è anche per scongiurare la sconfitta alle urne, per dire che l’Emilia Romagna non si lega”.

La musica parte con il cantautore ravennate MaLaVoglia alle 15.50 con l’inno delle sardine 6000 (siamo una voce). “Siamo l’Italia che si sta rialzando, spargete voce stiamo arrivando”.

Sul palco sale alle 16.30 lo studente Moussa Molla, arrivato dal Benin nel 2015 e ospitato da una famiglia bolognese dell’associazione Famiglie Accoglienti: “Sono qui per dirvi che gli uomini camminano ma le parole sono veloci, ci raggiungono ovunque. Queste parole in Benin mi sono venute a cercare: diritto d’asilo, c’è scritto sulla Costituione. Parole che rendono uomini uguali. Così ho preso mie scarpe da ginnastica e poi il gommone ma nemmeno in mezzo al mare avevo paura, le parole mi aiutavano, ho visto i compagni morire. Se non volete sentire le nostre grida e non vedere le nostre ferite date ascolto ai vostri padri che hanno scritto la Costituzione”.

“Siamo pessimisti siamo i cattivi pensieri, come è profondo il mare… è inutile, non c’è più lavoro non c’è più decoro…come è profondo il mare” recita, citando Lucio Dalla, l’attrice Matilda De Angelis e grida: “Sardine riprendiamoci il nostro mare, andiamo a votare il 26”

Mattia Santori sale sul palco alle 17:: “Abbiamo deciso di rimanere nel reale realizzando un grande evento culturale per portare idee valori tematiche. La piazza è già stracolma, già 35-40mila persone: il buon senso, la parola, il non urlare possono ancora pagare. Se riusciamo a fare tutto questo senza un soldo vuol dire che c’è tanta speranza. Siamo qui a Bologna per dire che un’alternativa c’è“.

Tocca poi agli Skiantos adattare la loro celebre “Le sbarbine” che nel ritornello diventa “ci piaccion le sardine”.

Santori aggiunge a margine, parlando con la stampa: “Io andrei a votare per vedere cosa è successo nel caso Gregoretti” e quindi per il processo a Salvini. “Perché chiedete a noi dei programmi e non li chiedetealla Borgonzoni che non dice mai quello che vuole fare? Se la Lega vince le elezioni in Emilia non cambia tantissimo, non si andrà a votare fino alla legge elettorale; se invece perde è uno smacco importante, la cosa si fa complicata, vuol dire che si può battere la bestia del sovranismo. Quello che sta avvenendo in piazza è fisico, inoppugnabile, non manipolabile”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.