Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Distretto turistico Costiera Amalfitana fa Formazione Professionale, ma sono esclusi i giovani di Positano foto

Distretto turistico Costiera Amalfitana fa Formazione Professionale. Ma sono esclusi i giovani di Positano dalla possibilità di ottenere delle borse di studio. Sono proprio le future generazioni a dover esser formate, e fra le tre realtà più importanti della Divina, con Amalfi e Ravello, c’è sicuramente Positano, che in quanto a numero di strutture e flussi turistici è probabilmente la prima, ma i suoi giovani vengono tagliati fuori dalla possibilità di avere delle borse di studio visto che queste sono previste solo per le scuole superiori di Amalfi e Maiori, mentre oramai tutti i positanesi, frequentano le scuole di Meta, Sorrento o della Penisola sorrentina.  Anche Agerola, che non è Costiera amalfitana, e fa parte della provincia di Napoli, ma per vocazione turistica e socialmente la consideriamo anche nel nostro giornale nell’area delle news della Costiera amalfitana, ha studenti che ancora vanno ad Amalfi, ma le ultime annate di Positano no. Da quando il Turistico è stato sloggiato da Vettica e smembrato , per colpa della provincia di Salerno, gli studenti di Positano sono passati a frequentare i licei della penisola sorrentina progressivamente in maniera sempre superiore, fino a essere totale. Basta seguire Positanonews, che da 15 anni segue la Costiera amalfitana e penisola sorrentina, quotidianamente,  o rivolgersi a qualcuno che conosce il territorio e le sue dinamiche sociali, per capire che in questo modo gli studenti positanesi , ma anche diversi praianesi che stavano frequentando il turistico ai Colli di Fontanelle di Sant’Agnello in particolare ed altri istituti, vengono totalmente penalizzati, anzi esclusi. Positanonews lavora molto con il mondo della scuola, ma anche noi, in seguito a questa diaspora, facciamo progetti di formazione e alternanza con i licei della penisola sorrentina,  ma Positano dovrebbe essere considerata parte integrante della Costiera amalfitana , viene purtroppo usata per le immagini , per il suo paesaggio, viene usato il nome, ma poi alla fine viene solo sfruttata, non è questo il caso, però ci si dimentica e si ignorano le problematiche di questo paese e dei suoi giovani, che chi nn vive il territorio non conosce davvero e ne ha solo una visione deformata. Anche chi si occupa di turismo dovrebbe chiedersi dove vengono formate le nuove leve del turismo del territorio, prima il centro di tutto era il turistico, perdendo il turistico dal punto di vista logistico la Costiera ha perso anche Positano , ma chi si occupa di politica del territorio dovrebbe saperlo, ovviamente non è un’accusa agli organizzatori che avranno avuto i loro buoni motivi che non sappiamo per escludere gli studenti positanesi.  E’ un vero peccato, anche perché i corsi sembrano utili ed interessanti ed i protagonisti scelti sono qualificati.

 

Ecco il comunicato

Dall’8 Gennaio ben 17 corsi itineranti con il coinvolgimento di tutto il territorio. Una grande opportunità per i giovani di entrare in contatto con grandi firme e realtà professionali.

Aperte le iscrizioni al seguente link: https://www.eventbrite.it/o/rete-sviluppo-turistico-costa-damalfi-11915069708

 

Ferraioli: “Puntiamo con forza a formare le figure professionali sul territorio. Siamo molto fieri del lavoro svolto in questi anni. La formazione continua è un elemento strategico”.

 

“Puntiamo con forza a formare le figure professionali sul territorio. Siamo molto fieri del lavoro svolto in questi anni. La formazione continua è un elemento strategico se si vuole migliorare la qualità della nostra offerta turistica. Da due anni a questa parte possiamo dire di aver portato in Costa d’Amalfi un modo di fare formazione di qualità.

Le aziende hanno compreso che investire in formazione ha un ritorno certo. Con il piano di formazione 2020 siamo convinti di aver compiuto un passo in avanti. Abbiamo coinvolto i docenti della prestigiosa Scuola Holden di Torino per imparare a raccontare il territorio con il corso di storytelling”. Lo ha annunciato Andrea Ferraioli, Presidente del Distretto Turistico della Costiera Amalfitana

 

“Impareremo a sfruttare le potenzialità del revenue management extra-alerghiero con il corso “Vivere di Turismo” di Danilo Beltrante e Giuseppe Murina. Scopriremo le strategie da mettere in campo nel web marketing turistico con la prima di Giuseppe Arturo. Inoltre, toccheremo il mondo del vino con il corso di Nicoletta Gargiulo, Presidente Regionale Associazione Italiana Sommelier (Ais) e con Alessia Canarino ed il suo “Let’s speak of wine”. Michele Armano ci insegnerà come impostare un menù di successo. Accanto a loro, la squadra di docenti storici del nostro gruppo di formazione – ha concluso Ferraioli –  che vedrà impegnati i migliori professionisti locali che non mi stancherò mai di ringraziare per il loro impegno in questa avventura: Andrea ZanaMassimo PorzioSerena FurcoAgostino PiccoloAntonella GattoIsis Pineiro, Raffaella Gambardella e Ivana Irace che metteranno a disposizione le loro competenze, insieme alla conoscenza del contesto turistico locale. Coinvolgeremo tutto il territorio. Gli eventi formativi saranno itineranti.

A dimostrazione di una coerente determinazione nel coinvolgere tutto il comprensorio, i corsi si svolgeranno in 5 sedi differenti (Praiano, Minori, Maiori, Agerola e Vietri sul Mare). L’ultima novità di quest’anno sarà la partecipazione gratuita di una selezione di studenti provenienti sia dall’Istituto Marini Gioia di Amalfi che dall’Istituto Superiore Pantaleone Comite di Maiori. Crediamo così di poter offrire a questi ragazzi una grande opportunità di crescita.

 

Il nostro obiettivo è quello di offrire una formazione professionale sul territorio, estesa ai comuni della Costa d’Amalfi, mettendo in rete i giovani studenti con le prestigiose realtà del territorio. Si inizierà subito. Il calendario è fitto e ricco di opportunità”.

 

Da Gennaio a Marzo avranno luogo i Corsi di Spagnolo con Raffaella Gambardella ed quello di Inglese per Operatori Turistici con Ivana Irace

 

Dal 13 – 17 Gennaio presso il Centro Culturale Pane Praiano  e dal 20 – 24 Gennaio presso la Proloco di Vietri sul Mare si terrà il corso “Food And Beverage Management” con il docente Massimo Porzio.

 

Dal 20 al 23 Gennaio presso il Centro Culturale Pane di Praiano partirà la quattro giorni dedicata al Web Marketing Turistico con il docente Giuseppe Arturo. L’obiettivo è quello di approfondire la moltitudine di possibilità che il web mette a disposizione dell’imprenditore del settore turistico, al fine di permettergli di comprendere i punti di forza e di debolezza di ogni singolo canale digitale. Il corso verterà principalmente sull’identificazione delle strategie ed i trend più performanti per la gestione dei Social Media, delle campagne AdWords, dell’email marketing e della SEO nel settore turistico ed alberghiero.

 

Il 27 Gennaio toccherà a Maiori con il Corso “L’albergo tra costi e ricavi”, docente Serena Furco.

 

Il 28 Gennaio, presso il Centro “Pane” di Praiano avrà luogo il corso “La Corrispondenza Alberghiera Efficace”, docente Agostino Piccolo.

 

Il 29 Gennaio ancora a Maiori un corso sulla Contabilità Analitica Generale.

 

Questi appuntamenti solo per citare i Corsi in programma nel mese di Gennaio. La Formazione continuerà per i mesi di Febbraio e Marzo per concludersi il 25 Marzo con Michele Armano a Minori sul “Come Impostare un Menù di successo”.

 

Dunque, un Piano Formativo completo, di alto profilo, con il coinvolgimento di professionisti del settore di notevole qualità.

 

Dall’11 Febbraio, invece inizieranno i corsi della Scuola Holden di Alessandro Baricco. Protagonista sarà lo Storytelling territoriale.

Questo era il comunicato , dal quale si evince che gli studenti non frequentanti gli istituti della costiera sono esclusi , bastava legare la borsa di studio alla residenza, è chiedere troppo?

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.