Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

ANDAR PER PRESEPI. MARCELLO AVERSA A MILANO E GENOVA foto

Due mostre nell’ambito del progetto “Presepe presente” che Fondazione Crocevia promuove da anni perché la bella tradizione promossa da san Francesco continui a vivere e a crescere, e allo stesso tempo sempre più artisti si confrontino con il tema della Natività. A Milano, presso l’Università Cattolica, nei Chiostri del Bramante e nella Cappella del Sacro Cuore, le opere di Marcello Aversa e Giovanni Sinno. A Genova, nel Palazzo della Meridiana, Patrimonio Unesco, un’esposizione delle terracotte di Marcello Aversa dedicate alla Sacra Famiglia: al centro della mostra Lux Familiae, la grande opera presentata a papa Francesco durante il Sinodo delle Famiglie (2015) a Roma.

Marcello Aversa e Giovanni Sinno

E viene in mezzo a noi

Milano, Università Cattolica Cappella del Sacro Cuore e Chiostri del Bramante 10 dicembre 2019 – 22 febbraio 2020

L'immagine può contenere: 2 persone

L'immagine può contenere: testo

L'immagine può contenere: spazio all'aperto

L'immagine può contenere: spazio al chiuso

L'immagine può contenere: albero e spazio all'aperto

L'immagine può contenere: 1 persona, albero, pianta, cielo e spazio all'aperto

 

 La tradizione del presepe incontra l’arte. Per il quinto anno consecutivo i Chiostri del Bramante e la Cappella del Sacro Cuore ospitano opere firmate da grandi artisti e dedicate alla Natività.

Marcello Aversa, scultore di Sorrento e originale erede della tradizione napoletana, propone sette opere dall’Annunciazione alla Natività, dall’Ultima Cena all’Orto degli ulivi. La sua arte si declina nel segno dell’infinitamente piccolo, quasi un’eco dello straordinario miracolo del Dio che si fa bambino, del Creatore che si fa creatura. Nel modellare la terra, Aversa ci sorprende e ci affascina grazie alla miriade di personaggi e di situazioni che ci parlano del più grande dei misteri. Il microcosmo di Aversa è invito alla ricerca, a meravigliarsi a passo (o meglio a sguardo) lento, a soffermarsi su quei particolari che richiedono tempo e che altrimenti sfuggono. I suoi personaggi hanno dimensioni che variano da otto millimetri a dieci centimetri di altezza, e abitano uno scenario modellato in un unico blocco di creta. Marcello Aversa ha esposto le sue opere in importanti musei e chiese in Italia e all’estero.

Giovanni Sinno presenta, nella Cappella del Sacro Cuore, un presepe che prosegue la grande tradizione napoletana del Settecento. Dagli anni Ottanta l’artista della città partenopea, con i fratelli e la moglie Pina, modella i personaggi con una particolare attenzione al realismo dei volti, alla ricchezza delle vesti e alla vivacità delle espressioni. Nel loro laboratorio si possono ammirare figure straordinarie che ci riportano ai tempi di Carlo III, il periodo d’oro del presepe a Napoli. Giovanni Sinno con i suoi fratelli ha esposto in varie città italiane, e a New York, Londra, Tokyo e Madrid.

La mostra, promossa da Fondazione Crocevia, è a cura di Giovanni Gazzaneo.

 

Marcello Aversa e Giovanni Sinno

E viene in mezzo a noi

 

Milano, Università Cattolica del Sacro Cuore

Cappella del Sacro Cuore e Chiostri del Bramante

Largo Agostino Gemelli, 1

10 dicembre 2019 – 9 febbraio 2020

Inaugurazione 10 dicembre 2019, al termine della Santa Messa delle 12.30

 

A cura di Giovanni Gazzaneo

Promossa da Fondazione Crocevia

 

Orari

da lunedì a venerdì 9-19

sabato e prefestivi 9-12

chiuso i festivi e dal 23 dicembre al 7 gennaio

Ingresso libero

 

Informazioni

www.fondazionecrocevia.it

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.