Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Penisola Sorrentina: chiusi 10 bed and breakfast negli ultimi due mesi

La penisola sorrentina è tra i luoghi maggiormente visitati in Italia e tra le località più apprezzate in tutto il Globo. I turisti accorrono numerosissimi da ogni paese e ultimamente la diffusione dei bed and breakfast ha avuto un boom clamoroso, eppure già si parla di crisi del settore alberghiero con la chiusura di una decina di attività, come riporta Ciriaco Viggiano per il Mattino:

Dieci bed and breakfast chiusi, solo negli ultimi due mesi, in tutta la penisola sorrentina: primi segni di cedimento per il settore extralberghiero, protagonista di un boom senza precedenti negli ultimi anni? Un interrogativo che impone agli operatori di aggiornarsi, investire nel marketing personale e ripensare il rapporto con portali come Booking ed Expedia. Oggetto di discussione questa mattina alle ore 10:00, nel centro sportivo Msc a Sant’Agnello, in occasione del Salone dell’extralberghiero organizzato dall’Abbac. Il 2019 è stato un anno positivo per i titolari di B&B e case-vacanza della costiera. Fioccano le prenotazioni in vista di Natale e Capodanno, per soggiorni fra i tre e i 5 giorni. I campanelli d’allarme, tuttavia, non mancano. In queste prime due settimane di novembre il numero degli ospiti delle strutture extralberghiere si è ridotto del 50 per cento rispetto allo scorso anno. E c’è un problema legato alla bolla causata del crescente numero di persone che decidono di aprire queste attività perché prive di prospettive di lavoro diverse. Parallelamente aumentano le chiusure: «Nella maggior parte dei casi si tratta di strutture date dai proprietari in gestione a terzi spiega Sergio Fedele, referente sorrentino dell’Abbac e questo fa capire che il guadagno c’è se si è capaci di amministrare direttamente gli immobili di cui si è proprietari». Di qui la necessità di sostenere la formazione e l’aggiornamento delle competenze professionali degli operatori del settore. Con questo obiettivo nasce il Salone dell’extralberghiero nell’ambito del quale, al termine del convegno di apertura dedicato al turismo campano, prenderanno il via workshop tematici e desk informativi. I temi trattati? Utilizzo del pos, opportunità di risparmio sulle utenze domestiche, controlli sul radon, tecniche per realizzare un buon sito web e avviare la gestione multicanale delle strutture ricettive. «Gli operatori extralberghieri devono rafforzare le strategie di marketing attraverso i social – conclude Sergio Fedele – Se vuole assicurare soddisfazione economica a tutti, il nostro settore deve crescere in qualità e diminuire in quantità».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.