Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Guida Michelin 2020, a Positano stelle confermate all’Hotel Le Agavi e all’Hotel San Pietro

A Positano confermate le stelle Michelin all’Hotel Le Agavi e all’Hotel San Pietro, mentre nell’edizione del libro rosso targato 2020, non vedrà iscritto il nome del ristorante de Le Sirenuse. Continua dunque a brillare la stella del ristorante La Serra dell’Hotel Le Agavi, con una coppia unita nel lavoro come nella vita, con chef Luigi TramontanoNicoletta Gargiulo, sommelier ormai dalla fama consolidata. Tramontano dopo le fortunate esperienze entrambe baciate dalla stella Michelin a Villa Cimbrone a Ravello e all’Excelsior Vittoria a Sorrento, ha portato tutta la sua bravura e la formazione alla scuola di Don Alfonso, alla Serra di Positano. Nel 2018 riesce anche qui ad entrare nel firmamento Michelin, portando diverse soluzioni di cucina gourmet dal mare ai monti, approvvigionandosi nei ricchi orti dell’hotel a cinque stelle.

Conferma meritata anche per l’Hotel San Pietro, con il ristorante Zass che riesce sempre ad esaltare i sensi con il concept culinario a km 0. I piatti dello chef Alois Vanlangenaeker mantengono la tradizione gastronomica italiana, proposti elegantemente. Giunto a Positano nel 2002, lo chef belga è un veterano del famoso libro rosso.
Leggerezza e freschezza sono le sue parole d’ordine: vanno a nozze le verdure di stagione e gli ingredienti locali, combinati in consistenze e varietà di sapori eccezionali, inoltre nella rinomata struttura 5 stelle lusso della famiglia Cinque, c’è poco da dire sulla qualità: ben 32 componenti provengono dagli orti dell’albergo o da produttori locali.

A Le Sirenuse non è stata confermata invece la stella: nella guida, diretta da Sergio Lovrinovich e presentata questa mattina al Teatro Municipale di Piacenza, non ci sarà la cucina de la Sponda del talentuoso e giovane executive chef napoletano Gennaro Russo, che ha preso in mano i fornelli, dopo una precedente esperienza nel 2014 come sous-chef de cuisine ed una formazione di altissimo livello a Parigi, con Lasserre e L’Ambroisie, poi a stretto contatto con Massimo Bottura.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.