Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Circumvesuviana: “Cosa guardi?”, ragazzina di Gragnano pestata a sangue dopo gita a Pompei. Arriva denuncia

Ancora una volta un episodio di violenza in Circumvesuviana. Il treno che collega Napoli e Sorrento è tristemente noto, oltre che per i disagi legati al servizio, anche per la questione sicurezza. Non si contano più, infatti, gli episodi di violenza registrati ogni anno sui convogli che trasportano anche migliaia e migliaia di turisti, diretti prevalentemente a Pompei.

Ultimo episodio di violenza è stato registrato nella giornata di ieri, come ha riportato Metropolis, il giornale della Campania che si occupa delle province di Napoli e Salerno, ma anche da altri giornali. Secondo tali resoconti un gruppo di ragazzine, minorenni, era diretto proprio agli scavi quando ha dovuto fare i conti con un altro gruppetto di coetanee: una di queste ha accusato “la rivale” di uno sguardo troppo insistente e così è scattata l’assurda aggressione. Ad avere la peggio una delle ragazzine che è stata pestata a sangue. Il tutto sotto gli occhi dei pendolari e dei turisti presenti, è accaduto alla fermata di Castellammare di Stabia di Via Nocera. Il presidente dell’EAV Campania De Gregorio ha contattato Positanonews riferendo che non vi è alcuna conferma di questo episodio.

Intanto i genitori hanno deciso di sporgere denuncia con procedimento penale che si incardinerà al Tribunale di Torre Annunziata. Ma cosa è successo? La ragazza chiacchierava e rideva con le altre ragazze quando il suo atteggiamento ha infastidito un’altra giovanissima, che era nello stesso vagone del treno della Circum. Il gruppo di amiche, tra i 16 e i 17 anni, stava per scendere alla stazione di via Nocera per poi tornare a casa, quando una giovanissima coetanea si è avvicinata e ha colpito la studentessa al viso. Un’aggressione lampo prima di scendere dal treno e fuggire. Ferita al volto la ragazzina di Gragnano è stata soccorsa e accompagnata dalle amiche all’ospedale San Leonardo. I suoi genitori hanno deciso di denunciare il raid avvenuto ai carabinieri nella settimana scorsa durante il periodo di chiusura della scuola per l’allerta meteo. Inchiesta veloce da parte dei militari che, come anticipa oggi il quotidiano Metropolis, si è conclusa con l’identificazione della giovanissima responsabile dell’aggressione. Fondamentali per ricostruire la vicenda le immagini della videosorveglianza che hanno permesso di risalire alla giovane per la quale e’ scattata la denuncia. Torna così il tema della sicurezza sui treni della Circum, anche se per fortuna la disavventura della studentessa si è chiusa nell’arco di pochi giorni. Resta lo choc per l’aggressione subita senza alcun motivo. De Gregorio fino a stasera tardi ha riferito a Positanonews che ancora non emerge nulla e che entro domani la vigilanza dovrebbe aver potuto visionare tutti i video delle telecamere.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.