Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Salerno. Morta mentre stava per essere interrogata, scuola sotto choc per la 16enne Melissa

Più informazioni su

Salerno. Morta mentre stava per essere interrogata, scuola sotto choc per la 16enne Melissa  È accaduto tutto in una manciata di secondi. Quasi nessuno, in classe, ha avuto il tempo di rendersi conto della tragedia che si stava consumando, lo descrive Petronilla Carillo su Il Mattino . Melissa era alla lavagna a svolgere un esercizio di verifica di matematica quando ha appoggiato la mano al muro e ha abbassato la testa. Poi all’improvviso è caduta a terra, priva di sensi. Nessuno, fino all’arrivo dei sanitari del 118, si è reso conto che la ragazza era già morta. I soccorritori hanno provato a rianimarla per oltre trenta minuti, ma nulla. I loro disperati tentativi sono risultati vani. Tutto ciò mentre i suoi compagni di classe, una terza dell’indirizzo scienze applicate del liceo scientifico Da Vinci di Salerno, sono stati portati fuori dalla professoressa. Anche la sua migliore amica, Miriam. Melissa Della Rocca è morta, a sedici anni. È morta proprio all’età in cui una ragazzina scopre la sua femminilità e sogna il futuro, vive i primi amori e assapora il gusto della vita. Lunghi capelli castano dorati, sempre sorridente, è morta per un arresto cardiaco. Qualcuno ha anche avanzato l’ipotesi di un aneurisma ma il pm Maria Benincasa, dopo aver sentito il medico legale, ha deciso di liberare la salma e restituirla ai suoi genitori. La polizia di Salerno ha confermato il decesso per morte naturale. Ma i genitori vogliono andare a fondo, voglioo sapere esattamente la causa della morte della loro «bambina» ed hanno chiesto un riscontro diagnostico che sarà eseguito nelle prossime ore.
LA MATTINATAMelissa è arrivata a scuola puntuale, come tutte le mattine. E come tutte le mattine aveva preso il pullman con i suoi amici da San Mango, dove viveva con i suoi genitori e il fratello. Era entrata in classe, aveva posato lo zaino e poi aveva accompagnato la sua compagna di banco in bagno. Prima di lei altri due ragazzi erano stati chiamati alla lavagna dalla professoressa Teresa Marino. Sembrava essere una giornata come tante, un po’ uggiosa a causa delle condizioni meteorologiche, un po’ noiosa perché un lunedì. Nulla nei suoi comportamenti lasciava presagire la tragedia che si sarebbe consumata poco dopo le 9 di mattina. Era allegra e gioiosa come sempre. Il giorno prima, assieme alle sue amiche era stata allo stadio Arechi a vedere la Salernitana, la sua squadra del cuore. Era tornata un po’ amareggiata e ieri mattina aveva commentato con qualcuno della sconfitta dei granata. Insomma, tutto come da cliché. È stata la vicepreside del Da Vinci, Pina Masturzo, a raccontare alla polizia ciò che le avevano detto alcune amiche di Melissa, ovvero che nei giorni scorsi aveva avuto dei malori a casa. Anche per questo, forse, in un primo momento hanno tutti pensato soltanto ad un lieve malessere, ad uno svenimento, non utilizzando il defibrillatore in dotazione alla scuola.
L’AMICA«Ho sentito il tuo ultimo respiro fino a quando mi hanno imposto di andare via». Miriam ricorda così la sua giovane amica sul social. «Ogni giorno per tre anni mi sei stata accanto. Nel tempo siamo cambiate, siamo cresciute insieme e non ero pronta a salutarti – scrive – Stamattina sono arrivata un po’ in ritardo e non ho avuto tempo di darti il solito bacetto, scusami ma la pioggia mi ha bagnata tutta ed ero un po’assorta».
IL PROVVEDITORE«Una tragedia che ci sconforta tutti. La scuola campana soffre in queste ore accanto ai genitori della giovane Melissa» ha commentato Luisa Franzese, direttrice dell’Ufficio scolastico regionale. Mentre i genitori della sedicenne ieri pomeriggio, all’obitorio dell’ospedale di Salerno, dove il giovane corpo è stato trasferito, hanno ricevuto una inaspettata e anche commovente visita, quella del governatore della Campania Vincenzo De Luca.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.