Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Ravello ricorda Don Lorenzo Mansi: il sindaco Salvatore Di Martino propone l’intitolazione della strada Ravello-Scala foto

Ravello ieri sera ha celebrato uno dei sindaci più longevi della sua storia, Don Lorenzo Mansi. Il sindaco della ricostruzione del Dopoguerra, è infatti protagonista del libro “Don Lorenzo Mansi sindaco di Ravello”, un’opera realizzata dal giornalista toscano Silvano Polvani, ed edita dalla casa editrice Effigi di Arcidosso. L’incontro si è tenuto all’Hotel Giordano ed è stato organizzato dal Comune di Ravello, in collaborazione con l’associazione Ravello Nostra.

ravello don lorenzo mansi

Il sindaco Salvatore Di Martino ha portato i saluti istituzionali all’evento ed è intervenuto nel corso della presentazione moderata da Paolo Imperato, insieme ad Enzo Del Pizzo, che ha letto alcuni passi del libro, il funzionario dell’Archivio di Stato di Salerno Salvatore Amato, istituto che ha reso possibile la ricostruzione della Città della Musica nel periodo dell’azione politica-istituzionale di Lorenzo Mansi. Un sindaco che ha dovuto fare iconti con un paese che doveva affrontare la ricostruzione, Lorenzo Mansi è stato infatti in carica dal 1948 al 1971.

Erano altri tempi anche per la politica, vocata alla passione, al confronto duro ma costruttivo. Un sindaco in giacca e cravatta, che ha lasciato molte tracce di sé nella Ravello di oggi, sognando ma lavorando con concretezza: Lorenzo Mansi era un politico lungimirante, che coltivò rapporti anche personali con il Presidente della Repubblica Luigi Einaudi o con la First Lady Jacqueline Kennedy, a cui conferì la cittadinanza onoraria nel 1962 per dare a Ravello un risalto internazionale.

ravello don lorenzo mansi

Don Luigi seppe tirare fuori tutte le potenzialità da un paese che doveva essere ricostruito dopo la guerra, pensò a realizzare infrastrutture e colse l’opportunità dei fondi del Piano Marshall per dare dignità e lavoro ai ravellesi disoccupati, contribuendo a realizzare grandi opere come la strada Chiunzi-Ravello. L’opera di Polvani non serve a decantare un eroe ma a ricordare il contributo politico e civile di questo sindaco: l’attuale primo cittadino di Ravello Salvatore Di Martino ha colto l’occasione per proporre l’intitolazione della strada Ravello-Scala, iniziativa su cui sarebbe d’accordo anche il collega del comune dirimpettaio Luigi Mansi. Proprio nel borgo più antico della Costa d’Amalfi, stasera ci sarà un altro appuntamento per presentare il libro e ricordare lo storico sindaco, con un incontro che avverrà alle 18 nell’Aula consiliare del Comune di Scala.

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.