Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Ragazze rumene rapite, il caso incredibile di Alexandra Macesanu a Chi l’ha visto.

Più informazioni su

Ragazze rumene rapite, il caso incredibile di Alexandra Macesanu a Chi l’ha visto.   Ragazza rumena di 15 anni scomparsa a luglio nei dintorni di Bucarest. Data per morta dalla polizia, che avrebbe ritrovato i suoi resti in una casa abbandonata, sarebbe in realtà ancora in vita e tenuta prigioniera secondo la famiglia.

Federica Sciarelli accoglierà in studio i familiari di Alexandra che hanno chiesto aiuto a Chi l’ha visto?. Oggi, mercoledì 16 ottobre, saranno ospiti lo zio della ragazza, Alexandru Companasu, che è candidato alle elezioni presidenziali in Romania, insieme a Tudorita Macesanu, la mamma di Alexandra, ed entrambi lanceranno un appello ai telespettatori italiani. Sono convinti che la ragazza sia stata rapita e si trovi ora in Italia. Alexandra è svanita nel nulla in Romania il 24 luglio 2019.

Quello di Alexandra è stato un caso che ha creato molto scalpore in Romania, e ha avuto conseguenze pesanti anche sulla polizia del Paese, dopo il licenziamento di Ioan Buda, capo della polizia rumena, e di altri due alti funzionari di contea, rei di non aver compreso la gravità della situazione quando Alexandra, disperata, ha chiamato il 112 per chiedere aiuto. Le registrazioni del centralino, infatti, hanno reso noto che la ragazza ha cercato di mettersi in contatto con la polizia per ben 3 volte, e per altrettante volte le è stato detto di aspettare per via di altre telefonate in linea.
Scomparsa il 24 luglio mentre faceva l’autostop per tornare a casa, ai primi di agosto il suo corpo è stato ritrovato in una casa a 145 km da Bucarest, insieme a quello di un’altra ragazza. A violentare, picchiare e uccidere entrambe è stato il reo confesso Gheorghe Dinca, 65 anni, meccanico di Caracal.

Nonostante il ritrovamento dei resti carbonizzati però (su cui non è stato possibile fare le prove del DNA), sull’indagine aleggia un dubbio: che le due ragazzine siano state in realtà avviate alla prostituzione e che quella degli omicidi confessati sia solo una messinscena. Sono aggrappati a questo filo di speranza i familiari di Alexandra, che sono convinti la ragazzina sia stata rapita e portata in Italia.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.