Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Piano di Sorrento/Meta, al via i lavori alle pareti rocciose del Vallone Lavinola e a Marina di Cassano

Piano di Sorrento/Meta, Penisola Sorrentina. I lavori di manutenzione dei costoni rocciosi del Vallone Lavinola e di Marina di Cassano, prenderanno il via dalla prossima settimana. La Città Metropolitana di Napoli ha dato comunicazione ai due comuni confinanti sull’apertura dei cantieri, con consegna prevista per lunedì 28 ottobre.

I lavori sono stati affidati all’impresa Scutieri Costruzioni s.r.l. di Catanzaro, mentre nella comunicazione emerge che i sindaci Vincenzo Iaccarino e Giuseppe Tito, dovranno predisporre tutte le misure affinché si possa procedere in sicurezza con i lavori, procedendo con l’interdizione delle aree sottostanti al costone, mentre alla Capitaneria di Porto di Castellammare di Stabia toccherà l’onere di far rispettare l’interdizione degli specchi d’acqua. Le operazione di manutenzione e bonifica dovrebbero durare da cronoprogramma 40 giorni.

Finalmente si interviene sui due costoni rocciosi, che alla fine di agosto scorso sono stati oggetto di diversi crolli. Tra il 30 e il 31 agosto ci furono infatti dei vistosi cedimenti di materiale roccioso in mare, uno verso Vico Equense lato di Alimuri, dietro lo scoglio del Cavaliere, sotto la Statale Sorrentina 145 a Punta Scuotolo, ed un altro al lato del Vallone di Lavinola, nel versante confinante con Piano di Sorrento, di fronte la zona del Purgatorio.

Grossi boati seguiti enormi fazzoletti di polvere, spaventarono in quei frangenti i numerosi bagnanti e le barche che affollavano le coste sorrentina.  La nuvola di polvere, infatti, è stata vista anche dai bagnanti di Marina di Cassano. Quegli eventi furono immediatamente oggetto d’indagine da parte dei Carabinieri e dalla Capitaneria di Porto.

In quei giorni, i crolli furono accostati a fenomeni analoghi che erano avvenuti a Monte di Procida dove, per due volte in cinque giorni, era ceduto il costone di via Panoramica, ma per i geologi invece si è trattata di una conseguenza dovute a perdite di compattezza delle rocce per effetto delle piogge e della siccità prolungata: per quella situazione la Capitaneria di Porto impose il divieto allo spettacolo pirotecnico allestito per la Madonna del Lauro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Translate »