Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Piano di Sorrento, Comune cerca istruttori tecnici: parte il bando. Che succederà con l’ingegner Maresca?

Il Comune di Piano di Sorrento ha indetto un bando per l’assunzione a tempo indeterminato di cinque istruttori tecnici, categoria C. I vincitori del concorso, come si legge, saranno assunti con contratto di lavoro a tempo indeterminato e parziale al 33,33% (12 ore settimanali) e inquadrati nel profilo professionale di “Istruttore Tecnico”, Categoria C, posizione economica C1.

I candidati nominati vincitori saranno assegnati ai Settori Tecnici dell’Ente, allo stato Ill e V Settore e svolgeranno le mansioni proprie della qualifica. Tra i requisiti necessari troviamo la cittadinanza italiana, età non inferiore ai 18 anni, godimento di diritti civili e politici ed essere in possesso di diploma di geometra, o diploma di perito edile, o equipollente; laurea in architettura, ingegneria civile o edile. La domanda deve essere indirizzata al Comune di Piano di Sorrento, secondo le modalità che si possono leggere nel bando. Entro il 14 novembre è possibile candidarsi.

A prescindere da tutto, noi ci facciamo una domanda. In corso, come si sa, c’è un contenzioso che vede coinvolto il Comune e l’ingegner Graziano Maresca. I fatti risalgono ad un paio d’anni fa. Maresca, attualmente docente all’Istituto Nino Bixio, aveva deciso di intraprendere la via dell’insegnamento e, alla fine dell’anno scolastico, fece richiesta al Comune di Piano al fine di poter tornare ad occupare il suo posto all’interno del palazzo comunale. Ma l’amministrazione comunale carottese – guidata dal sindaco Vincenzo Iaccarino – dopo i necessari consulti legali, respinse la domanda ritenendo necessario che Maresca lasciasse prima la scuola in modo definitivo.

L’ingegnere, però, rifiutò e decise di fare causa al Comune per far valere i propri diritti. Lo scorso 27 marzo, il Tribunale di Torre Annunziata assegnò la vittoria “del primo round” all’amministrazione comunale, affermando che “il rapporto di lavoro fosse estinto già nel 2017, per volontà concorde delle parti”. In quell’anno, infatti, pare che Maresca avesse chiesto di essere messo in aspettativa per poter accettare l’incarico di docente. Difatti, secondo il Tribunale, non vi era alcun diritto ad essere reintegrato. Maresca, però, ha fatto ricorso anche contro questa decisione.

Cosa succederebbe se l’ingegnere dovesse vincere il ricorso? Intanto, il bando è partito…

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.