Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Castellammare, scavo Piazza Unità d’Italia, Orrico: “Tuteleremo e valorizzeremo i ritrovamenti”

Castellammare di Stabia. Il deputato del gruppo Misto Catello Vitiello aveva presentato alcuni giorni fa un’interrogazione al Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Dario Franceschini, per conoscere l’impegno del Governo e il supporto alle Soprintendenze relativamente alla tutela del patrimonio archeologico stabiese, dopo la decisione dell’Eav di sospendere lo scavo in Piazza Unità d’Italia.

L’EAV, all’inizio di quest’anno ha iniziato dei lavori con lo scopo di realizzare un parcheggio sotterraneo nella piazza antistante alla fermata di Castellammare della Circumvesuviana. Dopo poco i lavori di scavo, iniziati con l’ispezione del sottosuolo per il saggio archeologico, sono stati interrotti perché hanno svelato reperti storici di grande valore: nello strato superiore un colonnato di epoca medioevale, mentre a livello inferiore sono venute alla luce tracce di una Domus romana di rilevante significato archeologico che, al pari delle due Ville romane di Varano, potrebbe diventare un vanto e un fiore all’occhiello della città.

Afferma Vitiello: “Dopo lo stop ai lavori, in questi giorni, stiamo assistendo con sconcerto a una operazione che mira a seppellire nuovamente gli importanti reperti storici rinvenuti. Da qui i nostri dubbi: il Ministro Franceschini è a conoscenza dei fatti? Questi scavi verranno solo ricoperti a fini cautelativi o la strada sarà completamente ripristinata e nuovamente percorribile anche con le auto? Si terrà conto della volontà dei cittadini di Castellammare di Stabia di sostenere e valorizzare l’importante ritrovamento archeologico, nell’interesse della città? Quali iniziative concrete si vorranno assumere per assicurare ai reperti archeologici idonea custodia e la loro ostensione al pubblico e per valorizzare l’importante ritrovamento archeologico di Castellammare di Stabia?”.

E’ arrivata ben presto la risposta del Sottosegretario ai Beni Culturali, Anna Laura Orrico: “La Soprintendenza vista la non realizzabilità del parcheggio, per la preesistenza delle opere antiche, ha trasmesso all’Eav e al Comune di Castellamamre un preavviso di diniego di autorizzazione il 6 settembre scorso ed è in attesa di ricevere una variante di progetto per cui si valuterà la possibilità di lasciare a vista quanto venuto alla luce. Per ora sono state date disposizioni al reinterro delle emergenze archeologiche per garantirne la tutela per assicurarne la valorizzazione e per consentire il ripristino della viabilità. Il ritrovamento sia un evento seguito con attenzione dal Ministero che, con la Soprintendenza, ha promosso un incontro con Eav e Comune al fine di giungere a soluzioni alternative che, nel rispetto delle emergenze antiche, consentano di raggiungere gli obiettivi progettuali”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.