Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Salvini dal selfie col figlio del Boss di Scafati Matrone ai Voli di Stato illegali , bufera sull’ex Ministro

Più informazioni su

Salvini dal selfie col figlio del Boss di Scafati Matrone ai Voli di Stato illegali , bufera sull’ex Ministro degli Interni. Il Premier della Lega sotto i riflettori per i voli illegali Secondo la magistratura contabile – che ha trasmesso il fascicolo alla Procura di Roma – per quanto di propria competenza “non sono emersi dall’istruttoria elementi sufficienti per sostenere in giudizio una contestazione di responsabilità amministrativa”, si legge nel dispositivo a carico di Salvini. Secondo la Corte dei Conti, anzitutto, “è appurato, effettivamente, che a partire dal primo giugno 2018 risultano effettuati, per trasferimenti in ambito nazionale del Ministro dell’Interno e di altro personale al seguito (scorta, capo segreteria, capo ufficio stampa, ecc.) 20 voli con aereo P.180 e 14 voli con elicotteri in dotazione al Dipartimento di P.S., nonché un volo con aereo P.180 in dotazione al Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco”. La normativa vigente del 2011, poi, prevede che i voli di Stato debbano “essere limitati al Presidente della Repubblica, ai Presidenti di Camera e Senato, al Presidente del Consiglio dei Ministri, al Presidente della Corte costituzionale, salvo eccezioni che debbono essere specificamente autorizzate” e che “i velivoli suddetti sono stati acquistati per finalità prettamente operative e non per il trasporto di autorità, neanche per agevolare lo svolgimento della loro attività istituzionale”.
È polemica su un selfie che ritrae il figlio di un noto boss del Salernitano insieme a Matteo Salvini. Il giovane di Scafati ha postato nei giorni scorsi una foto che lo ritrae assieme al capo della Lega con la scritta “Un caffè insieme al mio amico Matteo”. La notizia, riportata da alcuni quotidiani del Napoletano, ha scatenato un’ondata di indignazione.
Andrea Caso e Francesco Urraro, componenti campani della Commissione Antimafia hanno chiesto “pubblicamente a Salvini di chiarire al più presto la sua posizione, meglio ancora se lo facesse in Commissione Antimafia”.
In una nota, che i due componenti della Commissione firmano assieme alla portavoce della Commissione Lavoro alla Camera, Virginia Villani, i grillini scrivono: “Il segretario della Lega ci dica se la foto è stata scattata quando era ministro, se è davvero amico di Michele Matrone ed i suoi rapporti con lo stesso. Poco conta dove è stata fatta, scandalizzano certi comportamenti da parte di chi aveva il compito di contrastare la criminalità organizzata. Certe foto non sono solo passaggi per i social network, come un cittadino onesto potrebbe pensare. No, al Sud certe foto sono molto di più, sono lette talvolta dalle sigle mafiose locali come l’apertura di uomini dello Stato a poteri antistatali. Specie quando la Lega è al governo della città, come in provincia di Salerno, a Scafati (comune sciolto per camorra nel 2017), dove il clan Matrone è stato protagonista di loschi rapporti tra politica e camorra. Adesso – conclude la nota – c’è il rischio che questo selfie possa essere interpretato come un pericoloso messaggio e noi non possiamo assolutamente consentire che la questione passi in secondo piano. Salvini chiarisca subito”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.