Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Ravello. Giornata internazionale per “Villa Rufolo, una scoperta che dura da mille anni”, con la partecipazione di 18 studiosi stranieri

Giornata internazionale per Villa Rufolo: 18 studiosi stranieri delle scuole di ingegneria e architettura della Universidad Nacional de Rosario (Argentina), della Universidad Nacional de Córdoba (Argentina), della Tshwane University of Technology di Pretoria (Sudafrica) e della Universidad de Salamanca (Spagna), con alcuni docenti delle rispettive università, sono stati ospiti di Villa Rufolo, per dare vita alla seconda edizione della giornata di studi internazionali #RAVELLO2019 – Villa Rufolo, una scoperta che dura da mille anni” organizzata dalla Direzione di Villa Rufolo – Fondazione Ravello e dall’Università degli Studi di Salerno – Dipartimento di Ingegneria Civile, con il contributo del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.
Al centro della giornata la presentazione delle nuove esperienze di rilevamento 3D, a valle delle attività del workshoop organizzato lo scorso maggio a Villa Rufolo, e degli elaborati del laboratorio dell’insegnamento di Rilievo dell’Architettura tenuto da Salvatore Barba e Secondo Amalfitano presso il Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Edile-Architettura di Salerno.
In particolare sono stati illustrati i risultati dell’innovativo sistema SLAM (Simultaneous Localization and Mapping) applicato al Complesso Monumentale di Villa Rufolo che continua ad essere analizzato e mappato grazie alle più moderne tecniche di rilievo. L’obiettivo promosso dalla Direzione di Villa Ruffolo, in anticipo alla linee guida nazionali e internazionali, sarà quello di implementare un modello HBIM quale innovativo strumento di tutela e valorizzazione di questo straordinario patrimonio dell’Umanità: Un modello informatizzato che, partendo dal rilievo con laser scanner e dalla nuvola di punti ottenuta, consente di graficizzare e gestire in versione tridimensionale le reti dei servizi e sottoservizi esistenti. Grazie a tale dotazione digitalizzata, Villa Rufolo sarà uno dei primi monumenti a livello internazionale a poter progettare e gestire interventi di manutenzione e ristrutturazione con rigore estremo; per non parlare di tutti i possibili applicativi realizzabili grazie ad una base grafica informativa all’avanguardia.
Fra i numerosi progetti in corso di realizzazione da parte della Direzione di Villa Rufolo, vi è quello di realizzare un plastico di grandi dimensioni per la visita tattile del monumento da parte degli ipovedenti.
A conclusione della giornata, in tema di digitalizzazione, videomapping e Cultural Heritage, allievi e docenti hanno partecipato all’evento “Mille anni di magia”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.