Positano News - Notizie della Costiera Amalfitana Penisola Sorrentina Campania - Positano News

Positano, la ‘mostra virtuale’ di Peppe Di Martino sulla Festa del Pesce, in occasione dei 40 anni dalla prima edizione. fotogallery

Gli scatti delle edizioni recenti della festa

Più informazioni su

Tra alcuni giorni, sabato 28 settembre, sulla spiaggia di Fornillo prenderà vita la XXVIII edizione della Festa del Pesce, la prima edizione si svolse proprio 40 anni fà, nel 1979 , alla Chiesa Nuova, come ‘Festa popolare della Chiesa Nuova’. Per l’occasione il ‘nostro’  Giuseppe Di Martino ha voluto allestire una ‘mostra virtuale’, realizzata con gli scatti delle ultime edizioni della festa. Dal mitico Benito, presente fin dalla prima edizione del 1979, a ‘Zorro’, a Paolo, Gabriele, Bill, Nico, Daniele, dal ‘Pazzariello’ alla musica popolare , e tanti altri personaggi ed interpreti della Festa.

Positano è il paese che “sorprende”.. La Festa del Pesce nasce alla Chiesa Nuova, in alto.. La Città Verticale per noi è sempre una magia continua, si scoprono perle di cultura e storia, curiosità infinite…

Torniamo alla storia della nascita della Festa del Pesce. Come tutte le genialità, essa nasce dalla necessità. La necessità di un gruppo di persone di dare una Festa, e quindi un momento di socialità e di appartenenza, al proprio quartiere. In questo caso la Chiesa Nuova. Era il settembre 1979..Si chiamava Festa Popolare Chiesa Nuova e fu fatta per alcuni anni li finchè non divenne ovvio che era necessario spostarla.. Ma come gli venne in mente di fare quella festa?

“Volevamo una festa anche noi perchè la festa della nostra Madonna coincideva con quella di Montepertuso a Luglio, volevamo farne una a settembre per la Chiesa Nuova, allora le feste popolari erano legate sempre a ricorrenze religiose, allora ci organizzammo – racconta Mimì Collina del bar Internazionale -, mi ricordo che eravamo un gruppo di amici, lo Sciamarro, Mimì Amendola, tantissimi, ma alcuni al momento del lavoro vennero meno…perchè il lavoro era tanto e i volontari mancavano..”

E allora la Festa nacque come Festa della Madonna?

“No perchè un prete fece ironia sulla cosa, disse dobbiamo fare una Madonna per voi per accontentarvi o una cosa del genere.. Insomma ci disorientammo, ma ci eravamo organizzati, avevamo anche raccolto dei fondi e avevamo tutti voglia di fare qualcosa per la Chiesa Nuova..”

E allora nacque la Festa del Pesce..

“Si il pesce c’era, dalla pasticceria avevamo olio e farina. Insomma gli ingredienti c’erano ed il pesce era il simbolo di vita che viene dal mare del nostro paese.. Ci sembrava la cosa giusta da fare.. E trovammo pure chi fece musica..”

Shawn Philipps?

“Si,si (sorride). Shawn suonava il Sitar qui a Positano, stava ore a suonare.  Era pure amico dei Rolling Stones, ma anche amico mio. E mi disse di sì. Avevamo anche il nostro cantante. Per poco non suonò anche Bennato, che stava qui con un suo amico di Nocelle, ma aveva paura per via di un contratto, ad esibirsi..Poi Giovanni Scala da Praiano con il suo straordinario gruppo che allietò la serata”

Dunque non era una grigliata fra amici?

“Macchè, arrivò gente da ogni dove. Andammo in difficoltà, molti volontari vennero meno. Ci prendemmo pure paura per come stavano andando le cose dal caos, ma vennero in aiuto altri volontari, ricordo Giannino il Vento, Francesco il facchino e altri che ci aiutarono..Una fatica immane, ma fummo tutti felici per aver fatto qualcosa per il nostro quartiere”

Dunque la Festa del Pesce, come tante cose della nostra Positano, rivela tante sorprese e curiosità. Cambiano le annate e i luoghi e nascono altre storie e leggende. Un’altra dimenticata era che, quando la Festa si era oramai spostata e consolidata a Fornillo, si svolge li dal 1991, quindi quest’anno la 28.esima edizione, vedeva una specie di suddivisione fra don Peppino e don Camillo.  La Festa del Pesce, con il mitico “Garibaldi” Alfonso Pane, poi l’associazione Solaria ,  era la festa “rossa” comunista, poi invece la Festa della Zeppola a Natale era la festa della Parrocchia, la festa “bianca”, luoghi comuni a volte  che poi si sono dissolti negli ultimi anni…quando gli aiutanti delle feste a volte erano gli stessi per tutte e due le manifestazioni.

Dopo gli anni dell’oblio la nuova rinascita della Festa del Pesce (si può dire ce ne sono state tre o quattro di rinascite) avvenne dopo una partita di pallone e una pizza alla Taverna con Raffaele Guarracino, Peppe Fusco (u Toro) e altri che spesso collaboravano anche con il San Vito Positano, ma ci sono volontari anche da altre parti di Positano e anche da Praiano, tanto che si può dire  che questa è la festa più popolare del paese,  cose da raccontare ai nostri nipoti… E così chi vuole vivere la Storia fatta di Umanità e Natura quello “spirito” il “genius loci” di Positano che la Festa del Pesce più di tutto riesce a incarnare venga in spiaggia sabato, e venerdi per la pulitura del pesce, ad aiutare la mattina o la  sera a viverla e divertirsi..E la leggenda continua..

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Positano News, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.